“Per Bregano chiediamo un futuro con più servizi ed eventi”

La visita del 141Tour ha creato un po' di malcontento tra alcuni abitanti che non hanno gradito la descrizione fatta da parte del sindaco che ha parlato di un comune tranquillo

141tour bregano

L’arrivo di Varesenews con il 141Tour Expo ha creato qualche malumore tra i cittadini di Bregano. La presentazione del sindaco Alessandro Granella delle bellezze in chiave “Expo’” ( turismo, territorio ed enogastronomia) ha lasciato l’amaro in bocca ad alcuni residenti: « A Bregano si vive bene e con tranquillità e chi decide di vivere a Bregano lo fa  consapevolmente  sapendo di non poter avere gli stessi servizi che si possono avere in altri comuni». In effetti il paese, meno di mille abitanti, non ha più alcun servizio , a eccezione di un ristorante: nessun punto di aggregazione, nessuna attività commerciale. Non c’è più il medico di base ( che ha preferito insediarsi in un comune limitrofo) e un pulmino porta i bambini nelle scuole di Bardello e Gavirate.

« Quello che ci è spiaciuto come gruppo di minoranza Bregano Domani – spiega il capogruppo Simone Zamignan a nome della lista – è il tono utilizzato: le cose stanno così e rimarranno tali. Noi, invece, vorremmo che questo paese ritrovasse la vitalità di un tempo, quando c’erano negozi, si organizzavano eventi e feste, c’era più movimento. Anche in campagna elettorale si erano descritti scenari di crescita ed espansione, invece, ora scopriamo che le cose vanno bene così».

Simone Zamignan non vuole entrare in polemica con il sindaco Granella: « Vorremmo avere un confronto costruttivo. Oggettivamente non sappiamo quali sono i margini di manovra, le occasioni di sviluppo percorribili. I tempi sono davvero difficili e magari non è questo il momento di progettare. Ma non bisogna perdere il desiderio di volare alto…».

Bregano dal prossimo anno cederà il suo ruolo amministrativo alla già costituita “Unione dei Com,uni Ovest Lago Varese”. Bardello, Malgesso e Bregano si sono uniti per condividere i costi gestionali: il personale dei tre comuni passerà direttamente nel costituendo ente con la razionalizzazione dei costi mentre la gestione passerà ad un unico sindaco, che sarà per il primo biennio il breganese Granella, e un consiglio composto da rappresentanti di maggioranza e opposizione delle tre assemblee comunali.  Le funzioni saranno di tipo “onorifico” e nessuno percepirà alcun compenso per l’attività. I vantaggi saranno soprattutto di ordine economico ( Malgesso potrà essere sollevato dai vincoli del patto di stabilità) ma anche di gestione con la razionalizzazione dei servizi che punteranno ad aumentare la qualità eliminando gli sprechi.

di
Pubblicato il 29 settembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore