Carlo Zanzi: “Scrivo per vincere l’oblio”

Sabato 3 ottobre alle ore 16 al Salone Estense di Varese l'autore presenterà la nuova raccolta di racconti "Il giorno che tremò la notte" (Pietro Macchione Editore)

carlo zanzi

Chi conosce bene Carlo Zanzi sa che è il suo vero amore, dopo la famiglia, è la scrittura. La ama in tutte le sue forme, ma per sua stessa ammissione predilige il racconto al romanzo, con un’attrazione fatale per la poesia in vernacolo, sempre presente nella produzione degli ultimi anni, compresa la nuova raccolta di racconti “Il giorno che tremò la notte” (Pietro Macchione Editore) che viene aperta da due liriche.

Nella sua produzione trentennale, Zanzi ha messo al centro dei suoi scritti pezzi della sua storia di padre, figlio, fratello e insegnante, mai disgiunta dal destino di un territorio che ama con la stessa intensità di un adolescente incontentabile nella sua sete di emozioni e di conoscenza.

Nella nuova raccolta ha ordinato i racconti scritti negli ultimi anni in ordine di lunghezza, non per mera precisione ma per amore dell’essenzialità. «Una pagina, due pagine, qualche pagina – dice lo scrittore – per finire con il racconto lungo che dà il titolo alla raccolta e con un racconto breve che non avrei mai voluto scrivere». Definisce i suoi racconti più brevi «schizzi» come un pittore che dà prova del suo talento con qualche segno di matita e qualche tratto al carboncino. «Molti racconti hanno come protagonista (diretta, indiretta, celata, esplicita) la morte – sottolinea l’autore – . Non è una novità, non lo è per me da trent’anni, non lo è nella millenaria storia della narrativa. La morte è vita, è stimolo creativo, è paura che invoglia alla memoria. Non c’è slancio vitale più efficace quanto il timore di essere dimenticati».

Il libro “Il giorno che tremò la notte” (Pietro Macchione Editore) sarà presentato sabato 3 ottobre alle ore 16 al Salone Estense di Varese. Interverranno con l’autore Laura Veroni docente e scrittrice e Riccardo Prando docente e narratore.
Musica con la Piedmont Brothers Band

Blog, Pensieri & Parole Tre 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Ottobre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.