Il Varese Calcio si avvicina alla città. Sconti per Università, Ospedale e Comune

I dipendenti di Comune e ospedale e gli studenti dell'Insubria avranno delle agevolazioni per entrare al "Franco Ossola"

calcio convenzione univesità ospedale comune

Il Varese Calcio ha proposto e sottoscritto con l’Università degli Studi dell’Insubria, l’Azienda Ospedaliera di Varese e il Comune una convenzione per entrare allo stadio “Franco Ossola” a prezzi ridotti.

A presentare l’iniziativa, questa mattina – giovedì 22 ottobre – a Palazzo Estense, il presidente del Varese Calcio Gabriele Ciavarrella con il vicepresidente Piero Galparoli, il sindaco Attilio Fontana con il capo di gabinetto Carlo Passera, il rettore Alberto Coen Porisini e il direttore generale dell’azienda ospedaliera Callisto Bravi.

Studenti universitari, dipendenti e personale dei tre enti potranno accedere allo stadio per le partite del Varese, nel settore distinti e tribuna laterale, con un biglietto ridotto: da 8 a 5 euro per i distinti, da 15 a 10 per la tribuna laterale.

«Una bella iniziativa – ha detto il sindaco – che dimostra un amore reciproco della città per la sua nuova squadra e l’attaccamento del Varese Calcio al territorio: è un modo per collaborare e per incentivare lo sport. Anche il Comune, come ha già fatto l’università e sta per fare l’ospedale, firmerà la convenzione. Questo è un importante mossa per avvicinare la città alla squadra».

Per la prima volta le tre principali istituzioni del territorio si ritrovano per un’iniziativa simile hanno commentato il presidente e il vicepresidente della società biancorossa: «Abbiamo sempre detto il Varese ai varesini: la squadra è della città».

«Per l’Università degli Studi dell’Insubria l’accordo con il Varese Calcio è un altro modo per proseguire l’impegno nel mondo dello sport – ha dichiarato il rettore -. Questa convenzione permetterà ai nostri studenti e dipendenti dell’ospedale di accedere a prezzi agevolati allo stadio: anche questo è un mezzo per avvicinare Università e Città e “fare squadra” insieme. Il nostro ateneo ha due poli: Varese e Como, ma i due terzi degli studenti è varesino. Vogliamo promuovere lo sport a tutti i nostri ragazzi, consapevoli che l’attività è un nostro interesse primario».

Anche il dg dell’ospedale Callisto Bravi ha sottolineato come le tre istituzioni si siano ritrovate intorno alla proposta del Varese Calcio: «Quando il vicepresidente Galparoli mi ha presentato il progetto mi sono messo subito al lavoro perché diventasse realtà. Lo pubblicizzeremo al meglio tra i dipendenti dell’azienda ospedaliera. Questo è un segno di collegamento importante nella nostra città».

Usufruire dello sconto sarà immediato: basterà presentarsi alle casse dello stadio con il tesserino universitario o il badge dipendenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore