Santhia ricorda con una fiaccolata i piloti-eroi

"Hanno sacrificato la loro vita per evitare di cadere su case e scuole" dice il sindaco della cittadina piemontese, che parteciperà ai funerali

Convertiplano cade nel Vercellese, due morti

Nel giorno delle esequie del comandante Pietro Venanzi, anche la città di Santhia onora i piloti del convertiplano, con una fiaccolata serale.

La manifestazione in ricordo dei piloti – che sono riusciti a portare il velivolo in una zona agricola poco abitata, riducendo i rischi per le persone – è stata organizzata dalla parrocchia e dall’amministrazione comunale: il corteo silenzioso con le fiaccole partirà per le vie della città di Sant’Agata alle ore 18,45.

Il sindaco di Santhia parteciperà anche alle esequie, che si terranno all’interno delle ex Officine Caproni, oggi museo di Volandia. «Come comunicato nei giorni scorsi – spiega il sindaco Angelo Cappuccio –  dopo aver contattato i colleghi sindaci di Sesto Calende e di Varese, insieme al vice sindaco Angela Ariotti e al parroco don Stefano Bedello, sabato 7 novembre alle ore 11,30 porterò il saluto e il ringraziamento sincero di tutta la città. Il gesto di queste persone, piloti da lunga data, è stato eroico e ha evitato una tragedia per la nostra città: non finiremo mai di ringraziarli, loro hanno scelto di sacrificare la loro vita per evitare di cadere su case e scuole».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 06 novembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore