Slitta di sei mesi l’obbligo di installare defibrillatori in palestra

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la modifica al Decreto Balduzzi che fissava al 20 gennaio il termine ultimo per le società sportive di dotarsi di dispositivi salvavita

defibrillatore defibrillatori apertura

Slitta di sei mesi il termine ultimo previsto dal decreto “Balduzzi” in tema di sicurezza negli ambienti sportivi.

Il testo, approvato nel 2013, prevedeva che entro il 20 gennaio entrasse in vigore l’obbligo per tutte le società sportive di dotarsi di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita.

Il rinvio era stato domandato dal CONI lo scorso 2 novembre soprattutto con riguardo alle attività sportive esercitate a livello dilettantistico. Una richiesta avanzata anche dalla regione Friuli Venezia Giulia per permettere il completamento delle attività di formazione degli operatori del settore sportivo dilettantistico circa il corretto utilizzo dei defibrillatori semiautomatici.

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato così pubblicato il rinvio dell’entrata in vigore del Decreto.
Dall’obbligo, sono esentati i sodalizi sportivi dilettantistici che svolgono attività sportive con ridotto impegno cardiovascolare, quali bocce (escluse bocce in volo), biliardo, golf, pesca sportiva di superficie, caccia sportiva, sport di tiro, giochi da tavolo e sport assimilabili.

Il testo della modifica al decreto cita:1. Al decreto del Ministro della salute, adottato di  concerto  con il Ministro per gli affari regionali, il turismo e lo sport, in  data 24 aprile 2013, all’articolo 5, comma 5, le  parole  “30  mesi”  sono sostituite dalle seguenti: “36 mesi”.

  Il presente decreto  viene  trasmesso  all’organo  di  controllo  e pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore