Quando l’Arma si fa arte al Castello

Il Castello Visconti di San Vito ospita il “Pittore dell’Arma” Marco Monaldi

castello di Somma Lombardo

La Fondazione Visconti di San Vito, presieduta dall’avvocato Gaetano Galeone, ospiterà nelle sale arredate e decorate dello splendido Castello di Somma Lombardo, prestigioso gioiello storico-artistico risalente, nel suo primo nucleo, al 1250 e successivamente ristrutturato a più riprese nel corso dei secoli, il “Pittore dell’Arma” Marco Monaldi, che esporrà le sue migliori opere sulla storia dei Carabinieri, tema a cui si dedica da molti anni, precisamente dal 1994, e a cui deve il suo ormai universalmente noto appellativo di “Pittore dell’Arma” o “dei Carabinieri”.

Il promotore dell’iniziativa, oltre alla Fondazione Visconti di San Vito, è il Colonnello Alessandro De Angelis, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Varese, l’Associazione Nazionale Carabinieri di Somma Lombardo, presieduta da Domenico Rossi, il curatore della mostra Vittorio Mottola e il critico d’arte Silvano Valentini, con inaugurazione ufficiale della manifestazione, alla presenza delle autorità religiose, civili e militari e a cui sono invitati i rappresentanti dei giornali locali, domenica 20 marzo alle ore 11,30, mostra visitabile dai cittadini fino al 3 aprile il sabato e la domenica dalle ore 10 alle 11,30 e dalle 14,30 alle 18 e possibilità di visite delle scolaresche, su prenotazione, nel corso della settimana.

Marco Monaldi, pittore impressionista nativo di Ancona e residente con la famiglia a Orsenigo (Como), e creatore anche di uniformi storiche, in particolare dell’antica Roma, vanta fra i suoi più recenti e importanti successi professionali le mostre del 2009 a Fermo nelle Marche e a Merate (Lecco), del 2011 alla Torre Viscontea di Lecco per ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia e a Menaggio (Como) con un’opera donata al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, del 2012 a Bologna, del 2013 al Louvre di Parigi, invitato dal critico d’arte Silvano Valentini, e del 2015 al Museo del Risorgimento di Milano, con la prospettiva di un’importante esposizione a Milano nel giugno di quest’anno, in occasione del XXIII raduno generale dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

Tra le numerose opere di valore dell’artista, che lavora a olio, acrilico e acquerello, da segnalare la Battaglia di Pastrengo, i Carabinieri nella bufera, Il Papa e i Carabinieri, Geppetto e Pinocchio controllati dai gendarmi, Pinocchio in carne e ossa, La Banda dei Carabinieri, Salvo D’Acquisto, Nassirija e, ultimo lavoro per Somma Lombardo, I Carabinieri davanti al Castello Visconti di San Vito.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.