Mazzate contro Clan, vetrina spaccata

Il vandalo avrebbe agito intorno alle quattro. I vicini hanno allertato le forze dell'ordine, ma per la vetrina il danno era già compiuto

Vandali contro la vetrina, spaccata al Clan J

Un vandalo ha colpito nella notte entrambe le vetrine del negozio Clan, di via Griffi, con una violenza tale da fare cinque buchi nel vetro temperato. La confusione è stata grande, nel pieno della notte (erano le quattro di mattina) tanto che i vicini di casa hanno potuto allertare le forze dell’ordine, e queste ultime fermare il soggetto.

Galleria fotografica

Vandali contro la vetrina, spaccata al Clan J 4 di 5

“Sono incazzato” è la dichiarazione che ha fatto il proprietario del negozio, per tutta la giornata di oggi al lavoro con i vetrai per cercare di ripristinare la sicurezza di quella parte del negozio. I testimoni hanno riferito che il soggetto fermato era di colore, e in grande stato di alterazione.

I carabinieri di Varese confermano che l’uomo ad aver colpito la vetrina è un immigrato del Gambia. Il vandalo ha 30 anni e ha agito con una mazzetta. E’ stato denunciato per il rifiuto di fornire generalità e per il danneggiamento. Ha negato che fosse un tentativo di furto e probabilmente cerca di accreditare la tesi di un disturbo mentale, ma i carabinieri non confermano che si tratti di una persona con problemi mentali e si riservano di effettuare verifiche sui motivi del gesto.

di
Pubblicato il 22 Marzo 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Vandali contro la vetrina, spaccata al Clan J 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.