Argenziano resta in carcere

E' accusato di aver ucciso la moglie

Giallo Argenziano

Rimane in carcere Alessandro Argenziano, l’uomo accusato di aver ucciso la moglie in via Conca d’oro un anno fa. Argenziano, arrestato su ordinanza del gip dopo un anno di indagine, aveva presentato ricorso al tribunale del riesame contro la carcerazione, ma la domanda è stata rigettata.

Il suo avvocato Stefano Amirante sostiene l’innocenza del proprio assistito. La vittima, Stefania Amalfi, morì nel letto coniugale, secondo l’accusa per una soffocamento indotto dal marito.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore