Etiopia e la via per la pace, se ne discute nella Sala Claudio Macchi

Fa parte del ciclo di incontri organizzati da Acli, Arci, Cgil, Cisl, Filmstudio ’90. Interviene i professor Gian Paolo Calchi Novati dell'Università di Pavia

Il progetto di Rotary in Etiopia

Martedì 10 maggio alle 20 e 45 presso la sala “Claudio Macchi” (via C. De Cristoforis n.5) si terrà l’incontro dal titolo “L’Etiopia fra crescita economica ed egemonia regionale” con il professor Gian Paolo Calchi Novati (Università di Pavia, Ispi) per il quarto ciclo dedicato all’Africa orientale, motore del suo continente”. Durante la serata, il professor Calchi approfondirà il contesto, la situazione attuale e la via per la pace.

La serata è organizzata da Acli, Arci, Cgil, Cisl, Filmstudio ’90 che, di fronte al moltiplicarsi dei conflitti nel mondo, quelli che alimentano lo scenario dell’anomala “terza guerra mondiale”, come l’ha definita papa Francesco, ripropongono periodici momenti di approfondimento per conoscere di volta in volta la genesi e la situazione attuale di situazioni di un conflitto in corso. Ogni appuntamento è strutturato su due incontri ravvicinati. Il primo sviluppa un approccio storico, utile per contestualizzarne l’origine. Il secondo pone al centro la situazione ai nostri giorni.

Gli incontri, ad inviti, si prefiggono di superare l’aspetto della cronaca, affrontano i motivi del contendere, i nodi irrisolti, le possibili azioni da intraprendere da parte degli organismi internazionali, dell’Unione Europea, del nostro paese, fino a porre alcuni interrogativi su cosa possiamo fare noi.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Maggio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.