Fai della tua azienda un romanzo

"I giganti azzurri" (Edizioni Deste) racconta le vicende della Lyto's, una storia imprenditoriale lunga 50 anni

Lyto's

Tutto comincia quando Marco Zanisi, amministratore unico e titolare della Lyto’s, azienda leader internazionale nel settore delle scaffalature per magazzini automatizzati, decide di realizzare un libro per il cinquantennale della sua azienda. Sulla sua strada Zanisi si imbatte nella casa editrice varesina Edizioni Deste che gli propone di trasformare la vicenda della Lyto’s, tipica storia del capitalismo famigliare italiano, in un’opera letteraria.

Nasce così “I giganti azzurri”, volume di narrativa a tutti gli effetti, arricchito da una selezione di affascinanti immagini d’epoca e di spettacolari foto dei giorni nostri. D’altronde  Zanisi sembra un predestinato perché da sempre ama scrivere, al punto che se non avesse fatto strada nell’impresa di famiglia dice che avrebbe scelto la scrittura come professione.

Nel libro, che è stato scritto a  quattro mani con l’editor Sabrina Minetti,  ci sono le persone, la vita, la carica umana e i valori profondi che hanno permesso a questa impresa di crescere fino a poter raccontare la sua storia che è poi quella della famiglia che che l’ha creata e fatta prosperare fino ad oggi.

LA STORIA

Un rivoluzionario brevetto, un apprendista d’officina che diventerà un capitano d’industria leggendario, la sua sposa, preziosa compagna di vita e alleata in affari, un figlio che seguirà le orme del padre, gli appassionati confronti fra i due e il loro legame d’affetto profondo, cementato dalla lungimiranza del più anziano nel dare campo alla crescita imprenditoriale del giovane e dall’ardimento di questi nell’affrontare con responsabilità e amore per il nuovo gli ostacoli e le sfide dell’esistenza e del fare impresa. E poi le tappe della crescita verso la vita adulta del figlio e il suo avvento alla guida dell’azienda: anche nel suo destino c’è una moglie che lo affiancherà con insostituibile competenza nel percorso professionale. Le storiche collaborazioni in affari che diventano amicizie intramontabili. I successi straordinari e le crisi di mercato. Auto sfreccianti a centottanta all’ora e un’autogru chiamata Moana. Quadri e purosangue. Trattorie e Moulin Rouge. Lacrime e sorrisi.

Sembra proprio un romanzo ma è la vera storia di Lyto’s, azienda leader a livello internazionale nel settore delle scaffalature per magazzini automatizzati. I giganti azzurri sono le spettacolari costruzioni metalliche dal caratteristico colore. Un po’ ovunque nel mondo, custodiscono le merci più diverse, e persino un sogno: le mitiche Ferrari. Ma i veri giganti, e di “tutti i colori” – questo è il senso del titolo – sono i collaboratori che nel tempo hanno lavorato e oggi lavorano nell’azienda con spirito di squadra e senso di appartenenza; sono i clienti, i fornitori, i consulenti e i partner aziendali che insieme all’impresa hanno operato nel mercato perseguendo qualità, affidabilità, sicurezza e innovazione. Perché, come scrive Marco Zanisi nel toccante finale, «l’ingrediente base del successo emerge nella sua semplice grandezza: la passione di costruire. Costruire e far crescere giorno dopo giorno un’azienda, dove l’interesse personale non ha mai rappresentato un ostacolo, anche nei momenti di grande difficoltà; costruire strutture per magazzini capaci di dare soluzioni ai clienti, dove i limiti di standard obsoleti non devono mai limitare il buon senso; costruire vere relazioni umane con collaboratori, clienti e fornitori, senza i quali l’imprenditore non è nulla».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore