“Oceania” e “Star Wars” dominano gli incassi di Natale

Soltanto terzo il primo film italiano nella classifica di Natale e Santo Stefano con il cinepanettone "Poveri ma ricchi". Nel complesso incassi molto bassi

Cinema

Il cartoon Oceania vince la prima battaglia degli incassi cinematografici di Natale. Il film della Disney ha totalizzato 3,6 milioni di euro, superando di poco Rogue One: A Star Wars Story che, alla sua seconda settimana di programmazione, ha raccolto altri 3,4 milioni (supera così i 6 milioni). Questi numeri si riferiscono al fine settimana natalizio, a cui si aggiunge anche la “classica” giornata di Santo Stefano. Ci si basa, quindi, sugli incassi Cinetel dal 19 al 26 dicembre.

Soltanto terzo il primo dei cinepanettoni italiani: Poveri ma ricchi di Fausto Brizzi con Christian De Sica, Enrico Brignano raggiunge i 2,9 milioni. Tante, forse troppe, le commedie italiane uscite in contemporanea che hanno affollato i cinema dividendosi una fetta di mercato che, vedendo i risultati, non sembra nemmeno così ampia. Infatti, non arriva ai 2 milioni di euro Natale a Londra – Dio salvi la Regina diretto da Volfango De Biasi e interpretato da Lillo & Greg, Nino Frassica, Paolo Ruffini. Mentre  Fuga da Reuma Park con Aldo Giovanni e Giacomo si ferma poco sopra 1,3 milioni di euro.

La fa da padrone, quindi, il cinema americano che, oltre ai primi due posti del podio, si porta a casa anche il quarto posto della classifica natalizia con Miss Peregrine e i ragazzi speciali di Tim Burton che supera i 2milioni di euro nella settimana natalizia. Seguono, dopo gli italiani anche Florence con la stonata Maryl Streep (856mila euro), Lion con Nicole Kidman (830mila), Sully di Clint Eastwood (519mila).

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 27 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore