Whirlpool, oggi il tavolo di lavoro sul futuro dell’area di Comerio

Rappresentanti dell’imprenditoria, dell’università, della cultura e delle istituzioni a confronto nella giornata di lavoro sulla possibile riconversione del sito oggi sede direzionale dell'azienda multinazionale

whirlpool comerio

A seguito del protocollo d’intesa siglato lo scorso 3 novembre per la realizzazione di uno “Studio di fattibilità per la riconversione e valorizzazione dell’area Whirlpool”, si è svolto oggi il workshop finalizzato alla ricerca di soluzioni di riutilizzo dell’area. Al workshop hanno partecipato circa trenta rappresentanti del mondo dell’imprenditoria, dell’università, delle istituzioni, dello sport e della cultura. I lavori sono proseguiti per l’intera giornata e sono stati molto partecipati.

«Sono particolarmente grato alle tante personalità del nostro territorio che hanno accettato l’invito a partecipare al workshop sul futuro dell’area Whirlpool» ha detto Silvio Aimetti, sindaco di Comerio. «Vedere tutti assieme allo stesso tavolo, con i rappresentanti dell’azienda e del comune, le università del territorio, le associazioni di categoria, la camera di commercio, le imprese di eccellenza, i campioni dello sport, rappresentanti del terzo settore, le istituzioni col sindaco di Varese, esperti dei servizi socio-sanitari, operatori del digital e della comunicazione, e infine il mio amico di sempre Vittorio Cosma, mi ha fatto percepire la grande forza che il nostro territorio sa esprimere quando si lavora come una squadra. Mi piace pensare che oggi il ‘cumenda’ ci abbia guidato indirizzandoci ad una visione futura moderna e innovativa nella quale lavoro, benessere delle persone e innovazione in tutti gli ambiti trovino una sintesi per il rilancio di Comerio e del territorio».

Gaetano Casalaina, direttore per le relazioni governative Whirlpool EMEA, ha aggiunto: «Desidero ringraziare tutte le 28 persone tra pubblici amministratori, imprenditori, accademici, esponenti del mondo della cultura dello sport, dei media, dell’enogastronomia e della società civile che hanno animato la riflessione. Si è trattato di un’esperienza che ha risposto pienamente alle attese, una sessione di lavoro ben strutturata e che ha generato preziose indicazioni su possibili nuove destinazioni d’uso del sito Whirlpool di Comerio in una logica di vantaggio sostenibile per il territorio».

I lavori di oggi hanno prodotto una serie di proposte e iniziative concrete negli ambiti più vari e che saranno spunto per la definizione di scenari di trasformazione la cui presentazione avverrà entro i primi mesi del 2017.

workshop Whirlpool

Hanno partecipato: Giuseppe Albertini, Camera di Commercio di Varese; Davide Galimberti, sindaco di Varese; Federico Visconti, rettore LIUC; Elena Bardelli, consulente; Silvio Aimetti, sindaco di Comerio; Fabio Giffoni, comune di Comerio; Giuseppe Papa, comune di Comerio; Pierre Yves Ley, esperto di eno-gastronomia; Vittorio Cosma, artista e creativo; Marco Giovannelli, direttore di Varesenews; Nicoletta Romano, direttore di Living; Roberto Bof, terzo settore/sociale; Alessandra Caraffini, Ilma Plastica; Luca Spada, Eolo; Massimo Guarini, Ovosonico; Fabrizio Brogi, Nau; Alessandro Ballerio, Elmec; Mario Botti, Botti & Ferrari; Massimiliano Serati, Università LIUC; Ezio Vaccari, Università Insubria; Alfredo Biffi, Università Insubria; Mauro Colombo, Associazione Artigiani Varese; Paolo Gozzoli, ICE; Michele Verna, Assolombarda; Mauro Temperelli, Camera di Commercio di Varese; Vittorio Biondi, Assolombarda; Elisa Mirabella, Ovosonico; Paola Margnini, Univa; Giovanni Calabrese, Sport.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore