Muore mentre lo arrestano, l’autopsia chiarirà le cause del malore

La Procura ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per verificare cosa sia successo al 43enne albanese morto mercoledì pomeriggio nelle concitate fasi di un intervento della Polaria

morto a Malpensa Terminal 1

L’inchiesta servirà a chiarire le cause della morte del 43enne albanese deceduto all’aeroporto di Malpensa mercoledì mattina. Il sostituto procuratore bustocco Nadia Alessandra Calcaterra ha aperto il fascicolo a carico di ignoti ma questo permetterà l’esecuzione dell’autopsia sul corpo dell’uomo morto mentre gli agenti della Polaria e personale sanitario cercavano di tranquillizzarlo.

L’albanese, infatti, si era distinto poco prima del malore per un atteggiamento fortemente aggressivo nella zona degli arrivi. Stava attendendo la moglie in arrivo dalla loro terra d’origine ma ad un certo punto ha iniziato ad urlare frasi sconnesse e a danneggiare gli arredi dello scalo.

Al culmine dell’alterazione è stato fermato dai poliziotti, chiamati dai passeggeri spaventati che hanno assistito alla scena, che lo hanno immobilizzato ma durante questa operazione il 43enne si è sentito male ed è morto nel giro di pochi minuti. Inutili i tentativi di rianimarlo.

Poco prima di stare male pare avesse bevuto una bevanda energetica che – forse mixata a qualche sostanza assunta in precedenza – ha causato il malore e la conseguente morte. Ancora tutte da verificare le motivazioni del suo soggiorno in Italia (era a Milano da pochi giorni, ndr) e l’arrivo della moglie.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.