La bellezza di Villa Panza al servizio dei diritti dei bambini

Centinaia di studenti delle scuole primarie, secondarie e superiori hanno partecipato al concorso promosso dal Villaggio Sos di Morosolo e Unicef

Esprimi i tuoi diritti 2017

Non c’è posto migliore al mondo per esprimere i diritti dei bambini di un luogo che celebra l’arte. Se poi questo luogo è Villa Panza di Biumo, allora verità, bellezza e giustizia trovano un punto di incontro ideale. La scelta del Villaggio Sos di Morosolo per l’ottava edizione del concorso “esprimi i tuoi diritti”, realizzato in sinergia con il comitato provinciale dell’ Unicef, è  stata, dunque, felice.

Galleria fotografica

Esprimi i tuoi diritti 2017 4 di 28

Centinaia di bambini e bambine delle scuole primarie e secondarie e i loro colleghi più grandi delle superiori, in rappresentanza delle 12 scuole della provincia che hanno partecipato al concorso, si sono dati appuntamento a Biumo Superiore per la  premiazione. Quest’anno il concorso aveva come tema l’articolo 12 della Convenzione internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che sancisce «il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni».

Dopo una colazione servita nel parco di Villa Panza,  i bambini e gli insegnanti sono stati ricevuti nella Sala Imperiale dove ad attenderli per la premiazione c’erano Elena Tegami Pavesi, presidente  del Villaggio Sos di Morosolo,  Valeria Tegami Soleri,  giornalista e vicepresidente Villaggio Sos di MorosoloGiovanna Panza di Biumo, Stefano Tavarella del comitato provinciale dell’Unicef, l’assessore comunale Rossella Di Maggio. Ad aprire la cerimonia di premiazione gli studenti di Malnate, città dove è stato realizzato il progetto “La città dei bambini”.

I PREMIATI
Alla giuria sono pervenute 469 opere. Per la scuola primaria la prima classificata è stata la classe terza A della scuola “A. Manzoni” di Morosolo, coordinata dall’insegnante Sara Maria Iovino. Al secondo posto le classi prime (A, B, C, D) della scuola “C. Battisti” di Malnate coordinate da Laura Ancellero.

Per la scuola secondaria la prima classificata è risultata la seconda E della scuola “I. Masih-Sauro” di Malnate coordinata dalla professoressa Maria Francesca Angeli. Seconda classificata la terza B della scuola “A. Bascapé” di Saronno coordinata dal Monica Motta.

Per le scuole superiori al primo posto e al secondo posto  la prima U e la seconda T  dell’ististuto “P. Verri” di Busto Arsizio, coordinate entrambe da Silvia Piroddi.  Per i video Facebook premiate tre scuole: al primo posto ancora la prima U di Busto Arsizio in coabitazione con la 1B della scuola De Amicis di Castronno che ha presentato un lavoro individuale di Alice Grosso, coordinata da Elena Invernizzi. Al secondo posto  le prime A, B, C dell’istituto De Amicis di Gallarate.

Menzione speciale per “L’impegno, la qualità  e la varietà dei lavori” per la scuola De Amicis di Castronno: gli studenti coordinati dall’insegnante Elena Invernizzi hanno presentato disegni, poesie, video, sculture e plastici.

IL PROSSIMO CONCORSO
Il IX concorso “Esprimi i tuoi diritti” prenderà il via a ottobre e avrà come tema l’articolo 13 della Convenzione internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza: «Tutti i bambini hanno diritto di esprimersi per mezzo delle parole, della scrittura, dell’arte e di ogni altro mezzo espressivo, rispettando i diritti e la dignità delle altre persone».
Il concorso è organizzato dal Villaggio Sos Morosolo e dal comitato provinciale dell’Unicef, in collaborazione con l’ufficio scolastico per la Lombardia e il quotidiano “La Prealpina” con il patrocinio della Provincia di Varese, del Comune di Varese, del Comune di Casciago, del Comune di Malnate e della Fondazione comunitaria del Varesotto.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Esprimi i tuoi diritti 2017 4 di 28

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore