Si fingono poliziotti in borghese e rapinano un automobilista

Un momento da incubo per la vittima: malmenato, è fuggito ma è stato inseguito. L'intervento degli agenti (quelli veri) ha bloccato gli aggressori

polizia di stato gallarate commissariato volante

Si sono finti poliziotti e, “inscenando” un controllo, hanno rapinato e malmenato un automobilista in sosta. È successo martedì sera nel quartiere di Cascinetta a Gallarate: i tre rapinatori hanno anche aggredito i poliziotti (quelli veri) intervenuti nel frattempo.

La notte di martedì 27 marzo è giunta alla Sala Operativa del Commissariato di Polizia di Gallarate una concitata richiesta di aiuto da parte di una persona che segnalava un uomo che fuggiva urlando, inseguito da alcune persone a bordo di una Punto.

Una Volante in servizio di controllo del territorio poco lontano ha immediatamente raggiunto via Pegoraro e ha intercettato la Fiat Punto: i tre occupanti hanno tentato di fuggire a piedi ma, non senza difficoltà, sono stati tutti bloccati e identificati dagli operatori. I tre uomini, da subito molto aggressivi, una volta vista preclusa la via di fuga hanno aggredito e minacciato la pattuglia della Volante che è stata costretta a richiedere rinforzi di altri poliziotti al fine di contenere le azioni violente dei fermati. I poliziotti alla fine sono riusciti a perquisire i tre a perquisizione, trovando tra l’altro un coltello nascosto all’interno della tasca di un giubbotto.

Gallarate
La chiesa di Cascinetta: l’episodio si è svolto negli immediati dintorni

Ma cosa era successo poco prima? La ricostruzione ha consentito di stabilire che, poco prima delle 23.30, la vittima era ferma a bordo strada sulla propria autovettura, quando è stato raggiunta dalla Punto che si è parcheggiata di traverso immediatamente davanti alla sua auto, per bloccare ogni movimento. Dall’utilitaria Fiat scesi due uomini, mentre un terzo è rimasto alla guida: qualificandosi come poliziotti, hanno simulato una sorta di controllo di Polizia, chiedendo al malcapitato se fosse in possesso di soldi e contemporaneamente strappandogli di mano il telefono cellulare.

Poi i rapinatori hanno costretto con la forza l’uomo ad uscire dall’autovettura perquisendolo alla ricerca del denaro, e non trovando nulla di valore, hanno iniziato ad  insultarlo e malmenarlo. La vittima in questo frangente approfittando in un momento di distrazione è riuscito a divincolarsi e fuggire sottraendosi agli inseguitori il tempo necessario per chiedere aiuto ad alcuni passanti che successivamente hanno allertato le forze dell’ordine.

I tre uomini sono stati arrestati per tentata rapina in concorso tra loro e violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale: sono tre pregiudicati (anche per reati specifici: rissa, lesioni, rapina), tutti italiani, tra i 37 e 41 anni, uno di Gallarate, uno di Cardano e uno di Samarate. Attualmente si trovano in carcere a Busto Arsizio, a disposizione del sostituto procuratore Chiara Monzio Compagnoni, che coordina le indagini.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.