Blitz in Paolo Sarpi, sequestrati accessori per cellulari

Tra i prodotti contraffatti, anche schede madri con marchio Apple che venivano vendute al pubblico ad un prezzo di euro 150 ciascuna

Avarie

Il Nucleo Antiabusivismo della Polizia Locale, nel corso di un’attività di controllo degli esercizi commerciali, ha sequestrato numerosi accessori per cellulari di marca Samsung e Apple, in particolare componenti interni per telefonini, in un negozio in zona Paolo Sarpi.

Tra i prodotti contraffatti, anche schede madri con marchio Apple che venivano vendute al pubblico ad un prezzo di euro 150 ciascuna. Sul retro del negozio anche un laboratorio per la riparazione di cellulari e per la sostituzione di parti essenziali con componenti contraffatti.

Complessivamente sono stati sequestrati duecento articoli per telefoni cellulari, tra cui novanta schede madri recanti un falso marchio Apple. La titolare dell’esercizio commerciale è stata indagata per contraffazione e ricettazione.

“Proseguono i controlli negli esercizi commerciali – spiega il comandante della Polizia Locale Marco Ciacci – per contrastare abusivismo e contraffazione. La merce sequestrata è tolta da un mercato che danneggia commercianti e acquirenti onesti”

“L’abusivismo commerciale – aggiunge le vicesindaco Anna Scavuzzo – è un fenomeno con implicazioni che vanno dallo sfruttamento del lavoro in nero, alla pericolosità dei componenti oltre che la loro dubbia funzionalità. Chi rispetta le regole deve essere tutelato a fronte di chi sfrutta marchi contraffatti per impropri guadagni”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 24 Luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.