Come preparare le escursioni in montagna con i bambini

Scegliere l'attrezzatura e l'itinerario giusto per una passeggiata in quota con i bambini ed essere pronti ad affrontare ogni evenienza.

Generico 2018

Le vacanze in montagna possono essere comode e rilassanti anche se si viaggia con figli al seguito. Il trucco sta nel prevedere gli imprevisti e partire da casa adeguatamente attrezzati per essere sicuri e ben equipaggiati per ogni evenienza.
Quando si prepara lo zaino quindi bisogna considerare che i bambini hanno tutte le esigenze di un adulto, e qualcuna di più. Quindi sono valide tutte le buone regole per la riuscita di ogni escursione o passeggiata in montagna, adeguatamente ritarata sull’età dei piccoli partecipanti.

ITINERARIO
Innanzi tutto definire l’itinerario globale del percorso, possibilmente utilizzando una cartina alpinistica in modo da poter calcolare dislivello e difficoltà del sentiero e valutarne quindi la percorribilità in base alla capacità dei partecipanti, con particolare attenzione in questo caso all‘età dei bambini. Più sono piccoli e minore dovrà essere la lunghezza e il dislivello da affrontare.

METEO
Controllare le previsioni meteo, possibilmente consultando più di una fonte e tenendo conto che in montagna la variabilità è molto alta e difficilmente pronosticabile con anticipo e precisione. Quindi mettere sempre in conto la possibilità di incappare in pioggia, raffiche di vento e bruschi abbassamenti di temperatura.

NELLO ZAINO
Assicurarsi quindi di mettere nello zaino coperture antipioggia adeguate: k-way per adulti e bambini e, per i più piccoli, mantella o copertura antipioggia dello zaino porta bebé.
Attrezzarsi anche con una felpa pesante o un maglione e, nel caso di escursioni in alta quota anche una giacca, per ogni componente della famiglia contro il freddo. Considerare anche che i bambini più facilmente possono scivolare, sbrodolarsi, bagnarsi e quindi portare un cambio completo per ogni bambino (calze incluse) e pannolini per i più piccoli, con salviette e un sacchetto per portare al cestino più vicino ciò che va buttato.
Imprevisti prevedibili sono anche scivoloni e cadute, quindi camminare portando con sé un piccolo kit di emergenza con disinfettante, cerotti, salviettine, arnica e pomate repellenti o calmanti per eventuali punture di insetti.
Non devono mancare cappellini, creme solari acqua e qualche pratico snack per fare il pieno di energia quando serve.
Può essere comodo, e non solo per il cambio di figli ancora in età da pannolino, un telo impermeabile per sedersi a terra per riposare o mangiare qualcosa.

TRASPORTO
Di solito è meglio evitare i passeggini, a meno di non avere la sicurezza di un sentiero carrabile o comunque già testato per i passeggini, e portare quindi i bambini in fascia se piccolissimi, o nello zaino porta bebè i più grandicelli.

di
Pubblicato il 18 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore