Conto alla rovescia per l’apertura della funivia più alta del mondo

La "Matterhorn glacier ride" aprirà il prossimo 29 settembre. L'impianto, all'avanguardia e di design, collegherà Zermatt al Piccolo Cervino e potrà trasportare fino a duemila persone all'ora

#MATTERHORNGLACIERRIDE LA FUNIVIA 3S PIÙ ALTA DEL MONDO

Tecnologie all’avanguardia e design di alto livello, curato nei minimi dettagli. Sarà inaugurata con una grande cerimonia, il prossimo 29 settembre, la “Matterhorn glacier ride“, la cabinovia 3s più alta del mondo. L’impianto collegherà Zermatt al Piccolo Cervino offrendo ai turisti la possibilità di un incredibile giro sul ghiacciaio.

Galleria fotografica

MATTERHORN GLACIER RIDE LA FUNIVIA 3S PIÙ ALTA DEL MONDO ZERMATT 4 di 9

Il cantiere per la costruzione della cabinovia ha visto impegnate 145 persone provenienti da 38 diverse aziende, italiane e svizzere. Dalla sua apertura, la funivia 3S (sistema a tre cavi) trasporterà fino a 2000 passeggeri all’ora per il Matterhorn glacier paradise (Klein Matterhorn) – 365 giorni all’anno.

L’investimento per la la costruzione della funivia è ammontato a circa 52 milioni di franchi svizzeri. Il progetto ha presentato enormi difficoltà sia per i lavoratori che per le tecnologie impegnate poiché ad altitudini di 3821 metri il progresso del cantiere è stato fortemente influenzato dal vento e dal freddo.

UN’OPERA SPETTACOLARE

Si tratta di uno dei cantieri più impegnativi mai realizzati: dalla primavera 2016 (i lavori sono iniziati il primo aprile), la funivia 3S (sistema a tre cavi) più alta del mondo è in costruzione ad un’altitudine compresa tra 2939 e 3883 metri. Tutte le aziende coinvolte nella realizzazione di questa installazione unica hanno dovuto affrontare immense sfide tecniche e logistiche. La costruzione di una stazione a monte a quasi 4000 metri si è rivelata particolarmente impegnativa. L’ambiente alpino estremo ha messo a dura prova, non solo i lavoratori, ma anche i materiali e le attrezzature utilizzate.

DESIGN, DETTAGLI E CURIOSITA’

Le quattro cabine “Crystal ride” sono decorate con cristalli Swarovski. Dal lato tecnico, le cabine – costruite da Leitner ropeways e progettate da Pininfarina – vantano una serie di dettagli innovativi. I sedili, ispirati ai principi utilizzati nella produzione di automobili, insieme a un’illuminazione a soffitto che ricorda un cielo stellato, e le finestre panoramiche garantiscono comodità e confort in un contesto incredibile e maestoso.

#MATTERHORNGLACIERRIDE LA FUNIVIA 3S PIÙ ALTA DEL MONDO

LE CARATTERISTICHE E L’INAUGURAZIONE

L’inaugurazione dell’impianto di risalita è in programma sabato 29 settembre 2018. Saranno circa 500 gli invitati all’evento che si terrà alla stazione a valle, Trockener Steg (2923 metri). Da lì, la modernissima funivia 3S salirà a 900 metri più in alto: il Matterhorn glacier paradise (Klein Matterhorn). In futuro, gli appassionati di sport di montagna e i turisti potranno raggiungere la stazione a monte più alta d’Europa a 3821 metri in 25 comode cabine, ognuna con una capienza di 28 persone. Con una capacità di carico di 2000 passeggeri all’ora, i tempi di attesa saranno un ricordo del passato. Il viaggio di nove minuti con un’altezza di viaggio di quasi 200 metri sopra il terreno offre un comfort di prima classe e una visione fantastica a tutto tondo del maestoso panorama alpino di Zermatt.

 

di
Pubblicato il 11 settembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

MATTERHORN GLACIER RIDE LA FUNIVIA 3S PIÙ ALTA DEL MONDO ZERMATT 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lollo82

    Non stupiamoci se poi bisogna andar a recuperare gente sul ghiacciaio con le AllStar!
    Della gente improvvisata sui ghiacciai se ne è letta abbastanza quest’anno.
    Vergognoso

Segnala Errore