Domenica si torna a correre su e giù tra sette campanili

È la 104esima edizione del "Cross country dei sette campanili", tra le gare più antiche d'Europa, che attraversa i paesi sui due lati della valle del torrente Arno

sette campanili podismo copertina

È il 104esimo anno. Per la centoquattresima volta su e giù per le colline della valle del torrente Arno, su e giù per sette campanili. Il “Cross Country dei Sette Campanili” (domenica 28 l’edizione 2018) è tra le più antiche gare podistiche d’Italia e d’Europa,  la prima edizione infatti risale al 17 Gennaio 1914.

Da quella data la corsa assunse sempre più importanza e la “Domenica del Corriere” più diffuso settimanale in Italia fino agli anni 70, mise in copertina (22 febbraio 1925) il dipinto del famoso disegnatore Achille Beltrame. Il disegno raffigurava la scalinata di Orago che dalla strada provinciale sale alla chiesa. Questo punto rappresentava è tuttora uno dei più impegnativi del tracciato lunga 140 metri, con un dislivello di 30

Altro punto di notevole difficoltà e la scalinata di Santo Stefano raffigurata a sua volta sulla copertina di “Sport Illustrato” del 31 Gennaio 1920, caratteristico è anche il passaggio sotto i sette campanili di Cavaria, Santo Stefano, Oggiona, Orago, Jerago, Premezzo e Cajello di Gallarate ed il tratto boschivo di circa 2 chilometri nella “Valle del Boia”.

Corsa Sette campanili (inserita in galleria)

I passaggi sulle scalette sono i più spettacolari ancora oggi, in una gara che vede spesso al via grandi nomi ma che è anche molto frequentata da semplici appassionati. L’edizione 2018 prenderà il via domenica 28 ottobre alle 9,00. Il ritrovo è previsto presso l’oratorio di Cavaria in via Amendola dalle ore 7,30 partenza ore 9,00. L’iscrizione costa 4 € e può essere fatta al mattino della manifestazione, sempre al mattino ci si può iscrivere anche alla corsa agonistica con il chip di giornata presentando certificato medico agonistico costo 10 €.

In seguito al passaggio dei concorrenti risulteranno chiuse al traffico e/o percorribili con difficoltà le seguenti vie come da ordinanza Prefettizzia:
Cavaria con Premezzo
Via Amendola, via Monte Rosa, via Pascoli, via Ronchetti, via IV Novembre, via San Rocco, via San Quirico, p.za Giovanni XXII, via Mazzini ,via IV Novembre, via De Gasperi, via Del Lavoro, via Portoni, via Cantalupa, via Bertolotti, via Dei Ferrandi, via Per Cedrate
Oggiona S.Stefano
scaletta, via Calderara, via Garibaldi, via Aldo Moro, via Vittorio Veneto (STRADA PROVINCIALE 20), via Campiglio (STRADA PROVINCIALE 20), via S. Giovanni Bosco, p.za Dante, via Roma, via Monte Grappa, via Belvedere, via Ronchetti,
Jerago con Orago
via IV Novembre, via Autostrada, via C.Battisti, via Varesina, scalinata, via Bonomi, via De Gasperi, p.za Vittorio Veneto, via Galileo Galilei, via Gioberti, via Milano, viale Reina, via Dante, via Cristoforo Colombo, via Matteotti, via San Rocco, via Volta, via Garibaldi, via Vittoria, parco della valle del boia
Cavaria con Premezzo
Via Brughiera, via Montello, via Padre Reginaldo Giuliani, via Per Gallarate,
Gallarate
Via Per Premezzo, p.za Diaz, via Moroni, via Di Vagno
Cavaria con Premezzo
Via Macchio, via Ticino, via Mameli, via Monte Grappa, attraversamento via Ronchetti, p.za Giovanni XXIII, via Mazzini, via Iv Novembre, via Matteotti, via Amendola.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore