Gino & Michele, due generazioni di “Formiche”

Il loro nuovo libro è stato presentato nella serata di lunedì 15 ottobre nella sala convegni del museo MaGa, nell'ambito di Duemilalibri

Gino e Michele al MaGa per duemilalibri

Per una generazione che è passata dalla carta carbone allo smartphone è arrivato il momento di rinfrescare le risate: ed è con questo intento che Gino e Michele si sono fatti “tirare dentro” dal pubblicitario Francesco Bozza nell’avventura di “Anche le formiche nel loro piccolo postano”, la loro nuova antologia che vede altre 540 battute (tante erano anche nella prima edizione di “Anche le formiche nel loro piccolo si incazzano”) pronte a far ridere mezz’Italia.

Il libro è stato presentato nella serata di lunedì 15 ottobre nella sala convegni del museo MaGa di Gallarate, in una conversazione a quattro con il direttore di Varesenews Marco Giovannelli, che ha spaziato dal rapporto del duo di autori con gli smartphone ai ricordi delle prime Smemoranda, provando a tracciare un filo logico di questi ultimi decenni.

Gino e Michele al MaGa per duemilalibri

Partendo dal contesto in cui la prima edizione delle “Formiche”, quella degli anni 90, è nata: quasi una provocazione di Oreste del Buono nei confronti della Einaudi, casa editrice serissima ma allora in estrema difficoltà. Portarono, con quel libro improbabile, una ventata di freschezza nel mercato librario e due milioni di copie vendute: un exploit che contribuì a mantenere in vita la storica casa editrice.

Ed un successo che si prepara a essere confermato da queste battute: che, raccolte tra spesso anonimi navigatori del web, rappresentano per il futuro della comicità, e per il progresso tecnologico «Una speranza, fatta di intelligente ironia, in una rete diventata sempre più violenta e brutale».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2018
Leggi i commenti

Foto

Gino & Michele, due generazioni di “Formiche” 2 di 2

Video

Gino & Michele, due generazioni di “Formiche” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore