Per il dopo Tarantino, si prepara l’alternativa al centrodestra uscente

Seconda assemblea del fronte che vorrebbe cambiare strada alle elezioni 2019: c'è il centrosinistra, c'è la civica Città Viva, ci sono altre persone che si stanno aggregando. Già pronto il prossimo appuntamento a gennaio (aspettando il nome)

territorio comune samarate aerea satellite

Un noma, ancora non c’è. Si punta invece su un concetto: l’alternativa. È il gruppo che – partendo dalle forze d’opposizione già presenti in consiglio – vuole preparare appunto un’alternativa al centrodestra samaratese imperniato sulla Lega.

Dopo la prima, partecipatissima serata a novembre, mercoledì 12 dicembre è stato il momento del secondo incontro al Caffè Teatro Nazionale 2.0 di Verghera: una settantina i presenti in «una serata piena di idee» passata soprattutto dal lavoro in gruppi tematici.

Un po’ come nel primo incontro, anche questa volta si è trattato di un incontro tra la parte già organizzata (vale a dire Partito Democratico e lista civica Samarate Città Viva, il gruppo della sinistra guidato da Pino Santangelo) del “fronte alternativo” e tanti cittadini più o meno già impegnati nel mondo associativo e sociale, compresi quelli che si accostano al progetto da posizioni politiche diverse.  Tra cui, anche in questa occasione, Albino Montani, già vicesindaco con Tarantino e ancora oggi consigliere comunale seduto dal lato della maggioranza ma su posizioni critiche.

«La serata ha discusso alcuni tra i punti su cui si vuole lavorare per ricostruire la nostra città: si è parlato di associazionismo, sport, viabilità, urbanistica, cultura, servizi alla persona» spiegano i promotori. «Il modo con cui si vuole lavorare rimane lo stesso: ascolto delle esigenze e delle proposte, dialogo con i cittadini, sguardo aperto sul futuro e passione. Per la prima volta si discute a carte scoperte sui programmi, non nelle segreterie dei partiti. Per la prima volta a Samarate sono le proposte a guidare il gruppo, non ideologie o schieramenti» sottolineano.

C’è già anche il prossimo appuntamento: 22 gennaio. E chissà che già dalla prossima volta non compaia un nome, per l’aggregazione alternativa al centrodestra trainato dalla Lega.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 14 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore