ALoud: arrivano con la primavera le finali nazionali del “Poetry Slam”

Torna per il settimo anno consecutivo a Varese la sfida della parola parlata misurata direttamente dal pubblico: finale il 21 marzo al Salotto. Due i varesini tra i 6 finalisti

Generico 2018

Torna per il settimo anno consecutivo a Varese la sfida della parola parlata misurata direttamente dal pubblico: e la finale 2019 di Aloud-expoetryslam abrigliasciolta si annuncia interessante e varia.

L’appuntamento è per il 21 marzo a Il Salotto di Varese, in viale Belforte, dove il pubblico in sala sceglierà il performer della stagione tra Ada Crippa (MB), Anna Botter (VA), Fabrizio Nuovibri (GE), Lavinia Pizzo (BI), Luisa Sax (MI) e Sandro Sardella (VA). (qui sotto, i video con gli sfidanti)

Il primo appuntamento della nuova stagione coincide quindi con la sfida finale, che il 21 marzo 2012 sbarcò per la prima volta nella città prealpina con la sua azione ed è voluta a Il Salotto da Vito
Leonetti, gestore e attento cultore del bello, rinnovando la collaborazione con abrigliasciolta, a cui ha aperto le porte sin dal 2016 in occasione dell’incontro con lo scrittore, poeta ed attivista per i diritti LGTB Franco Buffoni, un segnale chiaro alla vigilia della prima manifestazione prealpina (R)ESISTENTE, che consentì di ripercorrere, sotto lo stimolo di Marco Tavazzi, secoli di storia e cultura omosessuale e di diritti culturali e umani, tanto cari alla piccola “casa” editrice e ai suoi autori.

Giovedì 21 marzo 2019 torna la lunga festa della parola in azione anche fuori dal locale dell’ex
area dello storico calzaturificio di Varese con Marco Tavazzi: l’ormai navigato slammer giocherà nuovamente il ruolo di co-eMCee, il Maestro di Cerimonia che vigila sullo slam, insieme a Ombretta Diaferia, il direttore artistico ed editoriale abrigliasciolta,

In questa finale ALOUD|expoetryslam abrigliasciolta 2018/2019 saranno sei i performer per la sfida del 21 marzo 2019. La sfida in due manche secche tornerà a coinvolgere il pubblico con la votazione collettiva di versi civili, intimisti o satirici: saranno gli avventori de Il Salotto dai loro tavolini ad acclamare all’unanimità i finalisti.

FINALI: I SEI PROTAGONISTI

Tra tutti coloro che hanno risposto alla chiamata che ogni terzo giovedi del mese è stata lanciata dal Salotto,  arriveranno in finale solo i sei acclamati dal pubblico: sono ben quattro donne e solo due uomini. Due sono varesini doc, noti e apprezzati, due lombarde, un ligure ed una piemontese i quattro autori “fuori porta”. Queste le loro minibiografie.

Ada Crippa (MB) Nasce ad Agrate Brianza dove tutt’ora vive. Scrive poesie da quando ha imparato a leggere e a scrivere. Viene dal mondo e dalla cultura contadina/ operaia e dalla
militanza politica- sindacale. Ha pubblicato cinque raccolte e due plaquette. E’ presente in diverse antologie

Anna Botter (VA) Proud mum, moglie e slammer si occupa di comunicazione da sempre e ha approfondito le competenze in ambito istituzionale lavorando nella PA. Ha collaborato alla nascita di libri e cura una collana per “primi lettori”. Grafologa da qualche decennio, è appassionata di psico-genealogia e si destreggia nel punto croce per rilassarsi.

Fabrizio Novibri (GE) Appassionato di enigmistica e giochi di parole, Fabrizio Nuovibri ha ancora
tante battute in serbo, ma deve finire di tradurle tutte. Braccia rubate all’enigmistica, donate alla musica e a qualche altra arte, Fabrizio Nuovibri prova a restituirle ad essa tramite gli “anagrammi ministeriali” e altre freddure a denti stretti. Terzo alla finale ligure di Poetry Slam 2017, secondo alla stessa
finale del 2018.

Lavinia Pizzo (BI) Musicista, si dedica alla scrittura affiancandola anche alla sua attività di pianista
ed insegnante; abitualmente realizza, insieme ai suoi allievi, piccoli spettacoli pianistici basati su
fiabe musicali da lei ideate. Ha trent’anni, suona da ventitrè e scrive da ventisei. La musica delle parole e quella dei suoni dello strumento la accompagnano quotidianamente, attraverso la forza espressiva della quale ogni linguaggio è veicolo.

Luisa Sax (MI) Scrive e recita poesie comiche-erotiche-saffiche-Poesie Sonore-Aforismi. Negli anni 80 Suonava il sax tenore in una punk-rock band femminile milanese -le Clito- Produce anche videopoesie e videoaforismi visibili col suo nome su youtube.

Sandro Sardella (VA) Conosciuto per Sandrino operaio stupidino, a cura di Corrado Levi ne
quaderni “dalla cantine”, ha sparso Coriandoli (Traccedizioni,1989 – tradotto in USA 1996) e Parolecicale (Edizioni Millelire/Stampa Alternativa 1999). Nel 1980 con Giovanni
Garancini ha fondato la rivista abiti lavoro quaderni di scrittura operaia. Dal 1991 al 1995 ha
collaborato con il transfrontaliero quotidiano il lavoratore/oltre (Lugano, Varese, Como). Dal 1995
frequenta le edizioni Pulcinoelefante di Alberto Casiraghi, con il quale ha realizzato oltre 60 libri
d’artista, intervenendo con una poesia o con un disegno. Nel luglio 2012 è stato invitato a rappresentare la poesia italiana al San Francisco International Poetry Festival, che gli ha dedicato anche una personale alla Emerald Tablet Gallery a North Beach.

E’ VALIDO IL VOTO DA CASA

Anche il pubblico non in sala potrà esprimere la propria preferenza tra i sei performer sfidanti.
Fino al 15 marzo si può inviare a versidiprimavera@carovanadeiversi.it il nome dell’autore
prediletto nel video dedicato da abrigliasciolta sul suo canale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore