Andrea Salvalaggio punta a raccogliere il testimone da Bison

Lega e Forza Italia scelgono Andrea Salvalaggio per le amministrative di maggio. Con lui, il sindaco uscente Bison e l’assessore Moroni, che lo appoggeranno per dare continuità al lavoro svolto

andrea salvalaggio candidato sindaco lega forza italia gornate olona 2019

Una nuova proposta nel senso della continuità. Il candidato di Lega e Forza Italia a Gornate Olona sarà Andrea Salvalaggio: 40enne, esperto di consulenza sulla sicurezza, residente a Castiglione Olona nella frazione di Gornate Superiore, ma che dice del paese per cui si candida al ruolo di primo cittadino: “Gornate Olona è come se fosse il mio Comune”.

Al momento è il solo candidato uscito allo scoperto in vista della tornata elettorale di fine maggio.
Volto noto alla politica locale perché già consigliere con delega all’ambiente durante il primo mandato di Bison, Salvalaggio abbraccia appieno la visione politica del sindaco uscente: “Durante questi dieci anni di Amministrazione, tutto le decisioni sono state prese nel segno della concretezza, guardando i reali bisogni di un paese come il nostro; viste le difficoltà finanziarie delle piccole realtà come Gornate, non si è cercato di ‘divagare’ alla ricerca di progetti difficilmente realizzabili – chiarisce il candidato – Le opere realizzate in questo periodo, ad esempio la nuova piazzetta, la sistemazione dell’edificio della farmacia e i lavori alla scuola elementare, sono interventi capaci di portare una utilità quotidiana ai cittadini”.

Salvalaggio spera quindi di poter partire da quanto fatto e completare l’opera: “La mia intenzione è quella di mantenere lo status quo, consolidando in primis i risultati raggiunti e dedicandomi poi a tutti quegli interventi che l’Amministrazione Bison non ha potuto realizzare nei due mandati, principalmente per mancanza di tempo e perché, quando si amministra, ci sono delle priorità e si fanno delle scelte”. Fra gli obiettivi del candidato leghista, la sistemazione dell’edificio comunale: “Stiamo pensando all’abbattimento delle barriere architettoniche: l’ingresso del municipio è brutto e soprattutto scomodo per le carrozzine, essendoci la ghiaia, quindi vogliamo assolutamente metterci mano e offrire un accesso migliore ai cittadini”.

Per quello che riguarda i nomi che lo affiancheranno, Salvalaggio concede qualche anticipazione: “Fabrizio Alzati dovrebbe essere il mio vicesindaco: è una persona concreta e che stimo, quindi la sua presenza nella squadra è davvero importante. Ci saranno poi l’attuale sindaco Barbara Bison e l’assessore Stefano Moroni, che hanno confermato il loro interesse a candidarsi nuovamente, per dare una continuità al lavoro amministrativo. In lista ci sarà un’alta percentuale di donne candidate e gli assessori dovrebbero essere tutti interni”.

Intorno a lui una lista per la quasi totalità leghista: “Apparteniamo tutti alla Lega, eccezion fatta per Moroni, di Forza Italia: saranno quindi questi due i simboli dei partiti che i cittadini vedranno in cabina elettorale, senza liste civiche”.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Pubblicato il 02 Aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.