Fuoco e calcinacci, giornata sui tetti per i Vigili del Fuoco

Nella notte un tetto ha preso fuoco a Bodio Lomnago mentre nel primo pomeriggio a Rancio Valcuvia per una copertura pericolante

Giornata sui tetti per i vigili del fuoco

Oggi, sabato 27 aprile, i vigili del fuoco della provincia di Varese, oltre ad altre richieste di soccorso, sono intervenuti per due eventi di rilievo che entrambi avevano a che fare con i tetti.

Galleria fotografica

Giornata sui tetti per i vigili del fuoco 4 di 4

Il primo alle 3 di notte nel comune di Bodio Lomnago per l’incendio di un tetto. Per cause in fase di accertamento la copertura di una villa di via G. Carducci è stata interessata da un incendio. I vigili del fuoco sono intervenuti con un’autopompa, un autobotte e un’autoscala, hanno spento le fiamme e hanno messo in sicurezza l’area.

Il secondo alle ore 15 nel comune di Rancio Valcuvia, questa volta per la messa in sicurezza di un tetto pericolante. I vigili del fuoco sono intervenuti con un’autopompa e un’autoscala, hanno rimosso alcune parti pericolanti della copertura dell’edificio antistante la pubblica via.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 27 Aprile 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Giornata sui tetti per i vigili del fuoco 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.