La Openjobmetis mostra la corda: Cantù si prende il derby di Pasqua

I biancorossi cadono 84-75 in Brianza e si complicano la vita in chiave playoff. Padroni di casa troppo superiori a rimbalzo, non basta la volontà di Avramovic

basket pallacanestro varese

Dal nostro inviato a Desio – Varese si prese il Natale, Cantù fa sua la Pasqua. Dopo quattro derby vinti, l’ultimo nel pomeriggio del 25 dicembre, la Openjobmetis cede il passo (84-75) agli avversari di sempre, perdendo il contatto con i rivali nel terzo periodo della partita giocata a Desio e fallendo la rimonta tentata nel finale, alla quale però è mancata l’arma più utile, il tiro da 3 punti.

Galleria fotografica

San Bernardo - Openjobmetis 4 di 39

Le percentuali dall’arco (22% biancorosso, 0/6 nell’ultimo periodo) fanno scopa con il dominio canturino a rimbalzo, addirittura 47 a 29, un numero che annulla in un sol colpo il lavoro fatto da Varese in altre parti del campo – ben 7 recuperi a fronte di 5 perse, contro i 17 palloni sprecati da Cantù – e indirizza il derby verso i padroni di casa, tra i quali il possente Jefferson ha meritato la palma di migliore in campo, vincendo il duello addirittura contro Cain, totem della Openjobmetis.

L’impressione, poi, è che la squadra di Caja non abbia più quello smalto mostrato fino a poche settimane fa: a domanda precisa il coach pavese nega che Varese abbia problemi di energia, spiegando piuttosto la sconfitta con la differenza di caratura tecnica tra i suoi giocatori – bravi a fare squadra – e quelli di coach Brienza, dotati di maggiore talento. Lettura che ci sta, certamente, ma da bordo campo ci resta il dubbio che la Openjobmetis sia in riserva. E, aggiungiamo doverosamente, abbia un problema molto serio in regia: anche questa volta Ronnie Moore non ha inciso, sbagliando troppo al tiro e faticando in difesa. Ma su di lui, il gm Andrea Conti è stato chiaro: “La società non si può permettere alcun tipo di innesto o di cambiamento”. Il play tornerà quattro giorni negli USA perché proprio stanotte è diventato papà: speriamo che la pausa gli faccia bene.

Ora, all’orizzonte, arrivano due partite interne con le pericolanti Pesaro e Pistoia, che si sono rinforzate per evitare la retrocessione. A differenza delle altre gare, però, Caja avrà una settimana intera per far rifiatare i suoi e organizzare l’assalto a marchigiani e toscani. Dopo quei match, si dovrà tornare a guardare la classifica in ottica playoff. Intanto, almeno quello, Cantù non è riuscita a ribaltare la differenza canestri: non una gran soddisfazione, ma la nota è positiva.

Avramovic, partita da leader. I playmaker in difficoltà

COLPO D’OCCHIO

Buon pubblico, rumoroso ma non numericamente eccezionale al PalaDesio dove, come previsto, mancano i tifosi varesini per via del divieto imposto dalle autorità. Non si suona la Marsigliese (alla fine la cosa era facoltativa) al posto dell’Inno di Mameli, c’è però una bandiera francese a centrocampo in segno di solidarietà verso Parigi e Notre-Dame.

PALLA A DUE

Archie conferma la sua presenza e anche il quintetto base, così come era avvenuto a Wurzburg, mercoledì sera. Starting five dunque consueto per Caja, con Ronald Moore in campo da neo-papà, visto che nella notte è nato (negli USA) il figlioletto Cameron. Sul fronte comasco Brienza schiera un italiano – La Torre – con quattro americani, così come fatto nelle partite precedenti. Sotto canestro è sfida tra Cain e Jefferson.

San Bernardo - Openjobmetis

LA PARTITA

Avramovic – 4 a 0 in uscita dai blocchi – è il primo a metter punti sul tabellone, svegliando subito la risposta di Cantù, con Jefferson superiore a Cain a rimbalzo. La San Bernardo sorpassa sfruttando i tre falli di Archie e un colpo al naso che toglie di mezzo Salumu per qualche azione, però la reazione Openjobmetis è veemente. Scrubb attacca a ripetizione l’area (11 punti in 10′) e consegna il vantaggio (18-25) al decimo.
Il secondo quarto però vede la squadra di Caja rallentare in attacco: la difesa regge, così la San Bernardo ci mette un tot di tempo a rientrare anche perché una rasoiata di Scrubb e un piazzato di Iannuzzi respingono l’assalto. Ci pensa però Stone a portare avanti i suoi, prima di una tripla di Avramovic per il 39-40 di metà gara.
Il terzo periodo per qualche minuto è una gara di “ciapanò”: Varese muove il punteggio col contagocce, Cantù replica raramente. Poi però a metà del quarto la San Bernardo trova le giocate giuste e piazza un parziale con Carr e Stone che gonfiano il punteggio brianzolo (62-53).

IL FINALE

L’avvio della volata finale dice subito male ai biancorossi che scivolano fino al -14. A quel punto è Dominique Archie a prendere in mano la squadra: tripla, palla recuperata e offerta ad Avramovic (canestro più fallo), un paio di rimbalzoni: la Openjobmetis per qualche istante rivede la luce (-5), ma due triple di Blakes – una dall’angolo, una centrale – sono decisive per evitare alla San Bernardo lo scivolone. Dall’altra parte Moore non azzecca un tiro, e così gli ultimi assalti di Avramovic servono a lenire lo svantaggio e ad assicurarsi la differenza canestri (84-75).

Caja: “Varese non è stanca, vogliamo chiudere in bellezza”

Per rivivere il nostro live CLICCATE QUI.

ACQUA S. BERNARDO CANTU’ – OPENJOBMETIS VARESE 84-75
(18-25, 39-40; 62-53)

CANTU’: Gaines 12 (3-4, 1-6), Carr 14 (1-5, 2-6), La Torre 5 (0-1, 1-1), Stone 16 (2-6, 4-7), Jefferson 19 (8-8); Blakes 12 (3-5, 2-5), Parrillo (0-1 da 3), Davis 6 (2-4). Ne: Baparapè, Tassone, Olgiati, Pappalardo. All. Brienza.
VARESE: Moore 4 (2-3, 0-5), Avramovic 24 (5-12, 2-7), Scrubb 19 (7-10, 1-3), Archie 9 (1-2, 1-8), Cain 6 (3-3); Iannuzzi 2 (1-3), Salumu (0-1 da 3), Tambone 6 (2-5 da 3), Ferrero 5 (1-3, 1-3). Ne: Gatto, Verri, Natali. All. Caja.
ARBITRI: Paternicò, Quarta, Nicolini.
NOTE. Da 2: C 19-33, V 20-36. Da 3: C 10-26, V 7-32. Tl: C 16-22, V 14-19. Rimbalzi: C 47 (12 off., Jefferson 10), V 29 (7 off., Archie, Cain 6). Assist: C 19 (La Torre, Stone 4), V 15 (Avramovic 5). Perse: C 17 (Gaines 5), V 5 (5 con 1). Recuperate: C 1 (Carr 1), V 7 (Archie, Cain 2). Usc. 5 falli: La Torre. F. antisportivo: Tambone (26.25), Gaines (). Spettatori: 3.808.

Per rivivere il nostro live CLICCATE QUI.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

San Bernardo - Openjobmetis 4 di 39

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore