Un pareggio che vale oro: il Banco Bpm vola alle finali di Champions

Con il 6-6 ottenuto in Ungheria, la Sport Management conquista per la prima volta la Final Eight della massima competizione per club

banco bpm sport management

Nel mondo dello sport ci sono pareggi che valgono come un trionfo. Uno di questi è arrivato nella serata del 24 aprile in Ungheria, città di Szolnok, dove il Banco Bpm Sport Management ha scitto una pagina di storia.

Il 6-6 ottenuto dalla squadra di pallanuoto di Busto Arsizio nella vasca magiara ha infatti permesso di raggiungere, per la prima volta nella vita del club, la qualificazione alle Final Eight di Len Champions League, la massima competizione europea di questa disciplina.

Un traguardo tanto sudato quanto meritato dalla squadra allenata da Marco Baldineti che in un girone difficile (con tre soli pass in palio per il torneo di Hannover) ha fatto corsa di testa fin da subito, restando incollata alla capolista Jug Dubrovinik e respingendo i tentativi di rimonta dell’Olympiacos e dello stesso Szolnoki Dosza che in questa partita assaporava il “ribaltone”.

E invece i Mastini del presidente Sergio Tosi hanno retto l’urto degli ungheresi in una gara equilibrata in cui, però, entrambe le contendenti hanno provato a piazzare i break per prendersi l’intera posta. Reti inviolate nel primo quarto di partita, poi lo Szolnoki ha provato a “forzare” portandosi sul 2-0, risultato presto suturato dalle reti di Drasovic e Luongo. Dopo il 2-2 è stata Busto Arsizio a imbastire una fuga grazie alle marcature di Alesiani prima e di Dolce poi, autori del momentaneo 2-4 italiano. Reazione Szolnoki che vale aggancio e controsorpasso, ma uno strepitoso Mirarchi e il secondo gol di Dolce hanno di nuovo mandato in vantaggio il Banco Bpm (5-6). Che poi, negli ultimi minuti, ha sì subìto il gol del 6 pari ma con un grande Lazovic tra i pali ha blindato il risultato, decisivo per ottenere il passaggio del turno con una gara di anticipo.
A giugno, tra il 6 e l’8, in quel di Hannover, ci saranno quindi tre italiane: a Recco e Brescia già qualificate nel gruppo A si aggiunge Busto Arsizio. Ed è una splendida rivelazione.

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 25 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore