Ai giovanissimi di Ternate piacciono le bocce

La Bocciofila Ternatese da molti anni si distingue per una particolare attenzione al mondo giovanile

bocce ternate,

La Bocciofila Ternatese da molti anni si distingue per una particolare attenzione al mondo giovanile, ritenendo che i giovani debbano essere degnati della massima cura al fine di coltivare e far crescere ogni nuova vocazione, non solo per mantenere il naturale avvicendamento generazionale per uno degli sport più affascinanti in termini di competitività leale e di longevità di pratica, ma anche per aprire importanti spazi a loro dedicati.

Galleria fotografica

Bocce Ternate 4 di 5

Così è ormai consuetudine che, allo sbocciare della primavera, prenda corpo, sugli accattivanti campi da gioco, immersi nel locale parco Bernini, del sempre entusiasta presidente Fiorenzo Zonca, una manifestazione, che quest’anno ha coinvolto i comitati provinciali, in ordine alfabetico, di Bergamo, Milano,  Verbano/Cuvio/ Ossola e Varese, aperta alle categorie “ragazzi”, dai 12 ai 14 anni, e “allievi”, dai 15 ai 18 anni.

Il quadrangolare può essere giudicato come una fase sperimentale propedeutica, vista la particolarità delle esibizioni dei potenziali campioncini del domani, più o meno immediato. Innanzi tutto la competizione è stata articolata su varie innovazioni del gioco: dal tiro progressivo a raffa eseguito a staffetta da tutti i componenti la compagine, con somma dei punti in relazione delle bocce colpite correndo da un lato all’altro del campo, al sistema ad inseguimento con il gioco tradizionale, agli otto punti, sino all’accosto con pallino inserito in un cerchio di 50 centimetri.

Nelle tante novità, il sorteggio delle squadre, composte da quattro giocatori, equilibrate fra ragazzi e allievi: quindi nella medesima compagine hanno trovato posto atleti provenienti indifferentemente dai quattro Comitati, con l’evidente scopo di favorire la socializzazione, di approfondire le conoscenze, di scovare ulteriori motivi di agonismo senza esasperazioni campanilistiche, che sono sicuramente il sale di ogni competizione, ma è bene dosare con sapiente cautela con i giovanissimi.

Ha prevalso, alla fine della giornata di festa, perché di festa si è trattato per ogni componente, dagli attori in campo, ai genitori, al pubblico, davvero numeroso, la squadra composta da Mailinda Dragani, Filippo Caridi, Lorenzo Rocco e Samuele Romanini.
Premi e applausi per tutti, compresi gli organizzatori Maurice Gazziero, Manuel Castano, Giancarlo Bossi e Anna Russo che si sono prodigati per rendere la manifestazione ancora più luminosa di quanto il tempo, generoso, abbia saputo offrire.

PILLOLE DI BOCCE
Domenica 5 maggio – Brezzo di Bedero – 7° Trofeo Zaniroli – individuale B,C,D.
1) Tartaglia Fernando – Crevese
2) Boscaro – Gorizia
3) Lauti – Stella
4) Guidoni – Bederese
Giovedì 9 maggio – Crenna – Finale Trofeo F.lli d’Italia coppie
1) Meroni/Rotundo (Solbiatese)
2) Albini/Terzaghi (Basso Verbano)
Venerdì 10 maggio – Cuvio – Finale gara regionale coppie
1) Defendi/Zarini (Renese)
2) Maselli/Tasca (Casciago)

di
Pubblicato il 14 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Bocce Ternate 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore