Banco Bpm battuto e terzo nel girone: ai quarti sfiderà Barceloneta

Bustocchi già qualificati alle Final Eight di Champions League; il KO con l'Olympiacos (11-5) non fa male. Ad Hannover i Mastini affronteranno i campioni di Spagna

cristiano mirarchi pallanuoto banco bpm sport management busto

Si chiude con una sconfitta senza conseguenze la fase a gironi della Len Champions League per il Banco Bpm Busto Arsizio: la squadra di Baldineti, già qualificata per le Final Eight di Hannover ha perso 11-5 al Pireo contro i campioni in carica dell’Olympiacos, battuti però alle piscine “Manara” nel match di andata.

Il ko in terra greca ha come unico risultato quello di far scivolare il Banco Bpm al terzo posto del girone B, nel quale Luongo e compagni sono rimasti praticamente sempre in seconda posizione. Con questo piazzamento, i Mastini affronteranno nei quarti di finale i catalani del Barceloneta, secondi nel gruppo A tra le altre due italiane, Pro Recco prima e Brescia terza. Squadra forte e storica, quella spagnola, campionessa d’Europa nel 2014 ma a questo punto Busto è comunque nel gotha della pallanuoto continentale e ogni avversaria sarebbe risultata difficile.

LA PARTITA – Senza l’infortunato Luca Damonte e con Nicosia in porta dal primo minuto, la Sport Management tiene botta nel primo tempo, con Drasovic a pareggiare l’iniziale vantaggio greco. Una rete sul finire del primo quarto (Gounas) ha sparigliato il risultato e l’Olympiacos ne ha approfittato portandosi presto sul 4-1 con Marukis. Un break che ha scatenato i Mastini capaci di ricucire lo strappo con le reti di Fondelli, Luongo su rigore e Mirarchi per il 4-4 del cambio vasca.
Nella ripresa però la squadra del Pireo ha alzato in modo irresistibile il numero dei colpi: un gol dietro l’altro per i padroni di casa fino all’11-4, parzialone rotto solo dalla rete di Mirarchi a un minuto dal termine per il definitivo 11-5.

LE PAROLE – «Abbiamo giocato molto bene per due tempi, poi si è spenta la luce» è il parere di mister Marco Baldineti al termine della partita di Atene. «Ci stiamo preparando per le finali di campionato e per quelle di coppa, ci sta perdere a causa dell’unico momento di black out dell’intera stagione. Eravamo senza Damonte che per noi è estremamente importante e senza Lazovic, ben sostituito però da Nicosia. Abbiamo lavorato forte anche al mattino e ci sta che sia finita così. Nei quarti ci toccherà il Barceloneta, altra favorita al titolo ma speriamo che i ragazzi ci possano regalare un’altra pagina di storia».

Dopo il ritorno a Busto, il sette biancorosso si rimetterà al lavoro per preparare il match esterno di campionato, a Firenze, ultima prova della stagione regolare. Poi le due “volate” finali.

LEN Champions League – Girone B
Classifica finale: Jug Dubrovnik 32; Olympiacos Pireo 30; BANCO BPM BUSTO A. 27; Szolnoki Dosza 22; Jadran Spalato 18; Waspo Hannover 12; Mladost Zagabria 11; Spandau 04 Berlino 7.
In verde le squadre alle F8: Hannover qualificata d’ufficio come ospitante.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore