Distrugge la casa dei genitori e aggredisce i carabinieri, arrestato

Nei guai un giovane pregiudicato di 21 anni, accusato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale

carabinieri

Nella mattinata di venerdì 24 maggio i carabinieri del gruppo Radiomobile della Compagnia di Gallarate hanno arrestato un giovane italiano pregiudicato di 21 anni per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Alle prime luci dell’alba i genitori del ragazzo hanno chiesto l’intervento dei militari perché il figlio stava dando in escandescenza e stava distruggendo i mobili dell’abitazione.
Giunti sul posto con due pattuglie, i carabinieri sono stati in più occasioni pesantemente insultati dal ragazzo che, dal balcone, ha lanciato verso di loro anche una bottiglia di aranciata.
Non è stato semplice immobilizzare il giovane, che nel frattempo continuava a spaccare i mobili e gli infissi della casa; il ragazzo si è ribellato dando calci e pugni ai militari, provocando loro lievi lesioni per fortuna ritenute dai medici guaribili in qualche giorno.
I carabinieri lo hanno quindi arrestato e direttamente condotto presso il Tribunale di Busto Arsizio per celebrare il rito direttissimo. Il giudice, considerata la gravità dei fatti, dal momento inoltre che, nel recente passato, era stato già arrestato sia dai militari dell’Arma sia dai poliziotti del Commissariato per analoghi motivi, ha per lui disposto la carcerazione presso l’istituto penitenziario di Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore