Doveva scontare 10 anni ma era in un bar del centro, arrestato dai carabinieri

Fine settimana intenso dei Carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio. Presi anche due ladri che avevano preso di mira "Il Gigante"

carabinieri luino

Nel corso dei servizi effettuati nel fine settimana i carabinieri della compagnia di Busto Arsizio hanno controllato 3 esercizi pubblici, elevando contravvenzioni per diverse violazioni di natura amministrativa, ed identificati 136 soggetti, di cui 33 stranieri. Tra questi alcuni hanno impegnato non poco i militari.

Nella notte tra domenica e lunedì i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile hanno tratto in arresto per evasione un cittadino albanese, pregiudicato e  sottoposto alla misura della custodia cautelare degli arresti domiciliari, per reati contro il patrimonio, è stato sorpreso e controllato in zona residenziale, a piedi, risultando all’esterno proprio domicilio in orario non consentito, senza preventiva autorizzazione. Per lui è scattato l’arresto e la traduzione in carcere a Busto Arsizio. Ad aggravare la posizione dell’uomo è la scoperta fatta poco distante dagli stessi militari: poco lontano, a bordo di un auto in sosta, è stato rintracciato un 40enne, anch’egli albanese e che I carabinieri ritengono essere il “palo” del connazionale in procinto di commettere qualche reato. In attesa di accertamenti sui loro telefoni cellulari l’”autista” è stato denunciato a piede libero per violazione della normativa sugli stranieri in quanto  irregolare sul territorio nazionale.

Sempre nel corso dello stesso fine settimana i militari della stazione di Busto hanno tratto in arresto un 50enne, pregiudicato, identificato tra gli avventori di un locale pubblico del centro, che risultava colpito da ordine esecuzione per la carcerazione dovendo scontare una pena di 10 anni di reclusione per un cumulo di condanne per reati contro il patrimonio. L’uomo è stato accompagnato in carcere.

Sabato pomeriggio i carabinieri della stazione di Castellanza hanno  arrestato per furto aggravato un cittadino di origini nordafricane, domiciliato nella provincia di Como, disoccupato, pregiudicato ma regolare sul territorio nazionale. L’uomo è stato bloccato dai militari operanti, allertati dal personale di servizio antitaccheggio, dopo aver asportato presso il centro commerciale “Il gigante” generi alimentari, materiale per cancelleria ed alcuni elettrodomestico, per un  valore complessivo di oltre 300 euro,  occultandoli sotto i propri indumenti. Nel corso della conseguente verifica della vettura è stato rinvenuto ulteriore materiale, sempre di illecita provenienza, asportato il giorno prima dallo stesso supermercato di Castellanza; anche in questo caso il valore era di poco inferiore alle 400 euro. L’intera refurtiva e’ stata recuperata e restituita al titolare esercizio commerciale.
Tornando a domenica sera, infine, ancora i carabinieri di Castellanza in azione. Un cittadino albanese, 50enne, in italia senza fissa dimora e senza permesso, è stato arrestato per rapina impropria. L’uomo, dopo aver asportato dal  supermercato “Il gigante” generi alimentari,  ha minacciato e spintonato l’addetto alla vigilanza; l’immediato intervento dei militari operanti ha permesso di bloccare il malvivente e recuperare l’intera refurtiva, restituita al titolare del negozio; sarà processato oggi con rito direttissimo.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore