Novità e conferme nei comuni del Varesotto

Il centrodestra stravince a Tradate. Passa al primo turno a Samarate, vince a Cardano al campo e Fagnano Olona. La Lega perde alcune roccaforti nei paesi più piccoli. Malnate e Maccagno vanno al ballottaggio

elezioni

Il risultato delle elezioni comunali in provincia di Varese è un puzzle a tinte diverse. In molte realtà non si confermano i dati delle europee anche perché nei paesi più piccoli le vere protagoniste sono state le liste civiche.

La Lega conferma il proprio protagonismo anche se ha perso alcune amministrazioni dove aveva ormai una tradizione di governo.

DOVE LA LEGA VINCE

Sorrisi e abbracci a Tradate roccaforte di Stefano Candiani e Dario Galli. Giuseppe Bascialla sbaraglia gli avversari e vince al primo turno. Enrico Puricelli a Samarate anche senza Forza Italia vince e per un soffio evita il ballottaggio.

Conferme nette anche a Sesto Calende, Morazzone, Venegono Inferiore, Caronno Varesino, Mercallo e Bodio Lomnago. Mirko Reto con il simbolo del Carroccio strappa Casciago a una civica legata al centro sinistra.

DOVE LA LEGA PERDE

La Lega aveva giocato in modo forte il proprio logo, anche quando era all’interno di liste civiche. Dopo anni di governo di centro destra ad Arcisate, Buguggiate, Gazzada Schianno, Castelseprio e Gornate Olona cambiano le amministrazioni. Una secca sconfitta per Rosa Ferrazzi a Induno Olona.

DOVE VINCE IL CENTRO DESTRA

Il centrodestra strappa Cardano al campo a un centro sinistra diviso, mentre Maria Elena Castelli vince a Fagnano Olona con una lista del centro destra. Luigi Clerici strappa Uboldo a una lista civica legata al sindaco uscente Lorenzo Guzzetti. A Castronno festeggia Giuseppe Gabri.

DOVE PERDE IL CENTRO DESTRA

Dopo anni di amministrazione Arcisate cambia. Anche a Olgiate Olona il centro destra esce sconfitto e a Induno Olona non è valsa l’alleanza tra Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e lista civica di centro destra Cambiamo Induno per conquistare il Comune.

COME E’ ANDATO IL M5S

Il M5S ha ottenuto risultati modesti in tutti i centri in cui si presentava. A Malnate si ferma all’8% dei voti. A Samarate il candidato del M5S è sotto l’8%, a Olgiate Olona va leggermente meglio con il 9,25%. Solo a Fagnano Olona superano il 10%.

AL BALLOTTAGGIO

Tra due settimane si tornerà al voto a Malnate dove Irene Bellifemine e Daniela Gulino sono separate da pochi voti. Una situazione delicata a Maccagno con Piero e Veddasca dove Passera e Compagnoni hanno preso entrambi 802 voti e così dovranno tornare alle urne.

LE CIVICHE VICINE AL CENTROSINISTRA

Alcune conferme per esponenti del Partito democratico che si presentavano con liste civiche. Marco Fazio vince a Germignaga, Giuseppe Licata a Lozza e Giovanni Corbo, segretario provinciale del Pd, a Besnate. Dopo tanti anni di amministrazioni nel segno della continuità c’è un netto cambiamento a Carnago dove Barbara Carabelli batte Elena Castiglioni.

PER UN VOTO PER UN PAREGGIO

A Castelveccana Luciano Pezza ha vinto per un solo voto (555 a 554) su Maurizio Spozio. Una situazione delicata a Maccagno con Piero e Veddasca dove Passera e Compagnoni hanno preso entrambi 802 voti e così dovranno tornare alle urne.

BASSO VERBANO

I comuni del Basso Verbano hanno scelto la continuità. Da Monvalle a Sesto Calende hanno avuto la meglio i candidati espressione delle giunte uscenti e i sindaci in cerca di riconferma.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore