Ricardo Flores e il riuso in architettura

E' stato dedicato a un argomento di estrema attualità  l’incontro di maggio di Thinking Varese, che si è tenuto a Villa Panza mercoledì 15 maggio

Thinking Varese, la serata con Riccardo Flores

E’ stato dedicato a un argomento di estrema attualità  l’incontro di maggio di Thinking Varese, che si è tenuto a Villa Panza mercoledì 15 maggio: il riuso e la riqualificazione di edifici antichi o semplicemente vecchi, che hanno portato il tema dell’economia circolare anche in architettura.

Galleria fotografica

Thinking Varese, la serata con Riccardo Flores 4 di 18

Protagonista, lo studio Flores & Prats di Barcellona: ed è stato Ricardo Flores – in un ottimo italiano – a raccontare alcuni dei più affascinanti progetti realizzati dallo studio Flores and Prats, che vede come socia anche Eva Prats, rimasta a Barcellona per motivi di salute. «Parliamo, sia io che Eva, in italiano perché abbiamo vissuto quattro anni a Milano  – spiega Flores – Stavamo disegnando parte della nuova sede di Microsoft, a Peschiera Borromeo. E’ stato un cantiere molto intenso e molto bello, dove abbiamo anche imparato l’italiano».

Florse racconta innanzitutto del loro studio, un appartamento primi novecento zeppo di disegni, plastici e bozzetti accatastati in armadi che fanno da «Contenitori dei tempi lunghissimi in cui spesso si sviluppano le costruzioni» spiega, mostrandone le foto. Contenitori che, una volta finito il lavoro, vengono riparati da un’anta: «Che ci permette di chiudere, anche fisicamente, il lavoro fatto». Nel loro studio sono entrati «Senza cambiare nulla della casa: e questa osservazione lenta degli spazi e del loro uso quotidiano è stato esso stesso un modo di imparare, che ci è servito per i nostri progetti seguenti».

In particolare, il progetto che ha presentato a villa Panza: il Centro Internazionale di Teatro Sala Beckett, una antica cooperativa operaia diventato laboratorio di drammaturgia per una compagnia teatrale che aveva bisogno di una nuova sede.  «Abbiamo vinto il concorso su quest’opera, e i plastici che sempre facciamo ci sono serviti molto per spiegare quale fosse la nostra idea di riqualificazione della sala Beckett nei locali della cooperativa, abbandonata dagli anni 80 »

La loro scelta è stata di riqualificare l’esistente, un luogo ricco di storia e di relazioni sociali: «C’era chi aveva proposto di buttare giù e rifarlo, ma la scelta di mantenerlo è stata importante per le persone della zona. Cosi abbiamo scelto di recuperare tutto il possibile, dagli infissi alle mattonelle».

Per il progetto del Centro Internazionale di Teatro Sala Beckett , da poco inaugurato, lo studio Flores&Prats ha ottenuto il City of Barcelona Award e la Menzione Speciale agli Spanish National Awards.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Thinking Varese, la serata con Riccardo Flores 4 di 18

Video

Ricardo Flores e il riuso in architettura 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore