La Samp fa poker, ma la Pro Patria non sfigura

Nell'amichevole di lusso a Temù, i tigrotti perdono 4-0 contro i blucerchiati genovesi

pro patria sampdoria

(Foto Facebook – Aurora Pro Patria 1919 – Official)

Seconda amichevole di lusso per la Pro Patria, che a Temù ha affrontato la Sampdoria a meno di una settimana dalla prima uscita stagionale contro il Torino. Questa volta però il passivo per i tigrotti è stato più pesante: il risultato finale di 4-0 punisce i biancoblu, che da questa sfida cercavano indicazioni sul lavoro svolto in ritiro a Sondalo. Dopo una settimana abbondante di allenamenti in Valtellina, i meccanismi biancoblu, soprattutto con i nuovi arrivi, devono ancora essere oliati al meglio, per arrivare preparati alla prima gara ufficiale, la Coppa Italia contro il Matelica del 4 agosto.

Nel primo tempo, mister Javorcic ha schierato il classico 3-5-2 con Tornaghi in porta, Molnar, Lombardoni e Boffelli in difesa, Cottarelli e Galli sulle fasce con Fietta al centro della mediana affiancato da Ghioldi e Pedone. In attacco spazio a Le Noci e Parker.

La prima frazione termina sul 3-0: vantaggio doriano al 21′ con Bonazzoli, servito da Jankto. Tre minuti più tardi è Gabbiadini a infilare Tornaghi, mentre il tris arriva al 45′ con Praet che chiude al meglio una bella azione corale blucerchiata.

Tanti i cambi all’intervallo: in campo rispetto al primo tempo rimangono solo Lombardoni e Galli. In porta entra Mangano, in difesa Battistini e Marcone con Colombo, Bertoni e Palesi in mediana e Spizzichino sulla destra. Attacco con Defendi e Mastroianni. Anche Di Francesco va girare tutti i suoi uomini tra intervallo e primi minuti della ripresa; c’è spazio anche per il capocannoniere della passata stagione di Serie A Fabio Quagliarella.

La Pro Patria difende con ordine e tiene a lungo il risultato. Al 20′ si infortuna Mangano, sostituito da Tornaghi. Il risultato resta ferma fino al 45′, quando il classe 2000 Bahlouli, servito da Ramirez, sigla il 4-0 che chiude i conti.

Ora per la Pro Patria ci sarà un incontro amichevole domenica (28 luglio) a Sondalo contro una selezione locale per concludere il ritiro e fare rientro a Busto Arsizio per la settimana che porterà alla prima ufficiale di Coppa Italia.

UC SAMPDORIA –  AURORA PRO PATRIA 1919     4 – 0   (3 – 0)

Marcatori: 21’ p.t. Bonazzoli (SAM), 24’ p.t. Gabbiadini (SAM), 45’ p.t. Jankto (SAM), 45′ s.t. Bahlouli (SAM).

UC SAMPDORIA (4-3-3): Cabral (1’s.t. Audero); Bereszynski (1′ s.t. Depaoli), Murillo (1′ s.t. Ferrari), Colley (15′ s.t. Regini), Sala (1′ s.t. Linetty); Praet (1′ s.t. Thorsby), Ekdal (1′ s.t. Viera), Jankto (15′ s.t. Barreto); Gabbiadini (1′ s.t. Ramirez), Bonazzoli (1′ s.t. Quagliarella), Caprari (1′ s.t. Maroni (25′ s.t. Bahlouli)).

A disposizione: Falcone. All. Di Francesco.

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): Tornaghi (1′ s.t. Mangano (20′ s.t. Tornaghi)); Molnar (1′ s.t. Battistini), Lombardoni (24′ s.t. Molinari), Boffelli (1′ s.t. Marcone); Cottarelli (1′ s.t. Spizzichino), Ghioldi (1′ s.t. Colombo), Fietta (1′ s.t. Bertoni), Pedone (1′ s.t. Palesi), Galli (37′ s.t. Cottarelli); Le Noci (1′ s.t. Defendi), Parker (1′ s.t. Mastroianni).

A disposizione: Angelina, Ferri. All. Javorcic

ARBITRO: Sangalli di Treviglio (Leonetti di Chiari e Riganò di Chiari).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore