Trovata la soluzione: a ogni scuola la sua classe prima

Il risultato grazie a un potenziamento dei servizi parascolastici e alla collaborazione tra genitori, scuola e Comune. Aperta anche la seconda sezione all'asilo di Corgeno

cuirone vergiate asilo scuola materna

Parte dal potenziamento del servizio scuolabus e del doposcuola la soluzione trovata in quattro mesi di lavoro congiunto tra scuola, Comune e genitori, per garantire la formazione di almeno una classe in prima in ciascuna delle tre primarie di Vergiate.
Il problema era nato a metà marzo, quando il conto delle iscrizioni aveva decretato che non c’erano i numeri per far partire a settembre 2019 le classi prime in tutte le scuole del territorio. A farne le spese sarebbero state le scuole, le famiglie e le intere comunità di Cimbro e Corgeno, che hanno subito sollevato la questione, chiedendo alle autorità competenti di trovare una soluzione .
E la soddisfazione ora è doppia, perché non solo sarà garantito il proseguimento dell’intero ciclo scolastico in tutti e tre i plessi della primaria, ma contemporaneamente si dà il via a una seconda sezione di scuola dell’infanzia a Corgeno.

Il tavolo di lavoro coordinato dal Comune per mettere a punto proposte didattiche e organizzative ancora più adeguate alle esigenze delle famiglie di Vergiate e del territorio di riferimento ha iniziato il suo lavoro somministrando dei questionari all’utenza in entrata e a quella già presente in tutte e tre le primarie.
Da qui la decisione di potenziare i servizi già esistenti di trasporto e prescuola, esteso sin dalle 7:30 in tutti e tre i plessi.
«Inoltre, riconoscendo le difficoltà organizzative delle famiglie nell’organizzare il tempo post-scuola, è stato messo in atto un intenso lavoro per garantire spazi e attività laboratoriali e sportive a copertura di tale esigenza sino alle ore 18 e in tutte e tre le realtà territoriali, con proposte comuni e diversificate a Vergiate, Cimbro e Corgeno», si legge nella nota diffusa dal sindaco Maurizio Leorato.

Tutto ciò sarà meglio presentato ai genitori nel corso degli open day dei singoli plessi che si svolgeranno in autunno in vista delle iscrizione nell’anno scolastico 2020-21.
«L’impegno del Comune nel promuovere questa preziosa e proficua sinergia di forze volta a soddisfare al meglio le esigenze emerse, conferma la volontà del Comune di garantire la continuità dei tre plessi di primaria presenti sul territorio», si legge ancora nella nota assieme ai ringraziamenti rivolti a «tutte le persone che stanno collaborando a questo importante progetto di intesa a tre: scuola – famiglia – Comune, rinnovando l’impegno a continuare in questa direzione con un arrivederci a settembre».

di
Pubblicato il 16 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore