Vince l’ironia ai giardini letterari, con Enrica Tesio

«Più che l’ironia, io amo il senso dell’umorismo». Enrica Tesio - blogger e scrittrice torinese - lo dimostrerà martedì 30 luglio, alle 19, a Villa Mirabello. Alla fine cena con la scrittrice

Generico 2018

«Più che l’ironia, io amo il senso dell’umorismo». Enrica Tesio – blogger e scrittrice torinese, due figli, due gatti e un mutuo – lo dimostrerà martedì 30 luglio, alle 19, a Villa Mirabello.

Ospite dei “Giardini Letterari”, la rassegna organizzata da Coopuf Iniziative Culturali in collaborazione con la Biblioteca Civica di Varese, presenterà “Filastorta d’amore. Rime fragili per donne resistenti” (Giunti). Si tratta di un canzoniere, ironico e pungente, disposto come un piccolo poema: rime lievi e prose fluide per esprimere le luci e le ombre di una vita che si ingarbuglia veloce e si scioglie troppo lentamente, che chiede cura e spesso ne riserva poca, che ha molte richieste e poche risposte.

A intervistare l’autrice sarà Cristina Bellon, direttore artistico dei Giardini Letterari. «L’ho conosciuta l’anno scorso, a Varese, durante la presentazione di una raccolta di storie al femminile lanciata dal settimanale Donna Moderna. Appena ho sentito la sua voce è stato amore a prima vista. Dopo la prima battuta sono scoppiata a ridere. Oggi far ridere la gente è un dono».

Sei anni fa, Enrica Tesio ha aperto un blog, Tiasmo, per raccontare il periodo della sua separazione agli amici di Facebook, più che altro per rassicurarli sul fatto che non stava morendo, nonostante la situazione non fosse semplice perché allora sua figlia aveva cinque mesi. Sempre nel 2013 Mondadori le ha chiesto di scrivere un libro da cui è stato tratto un film con Ambra Angiolini, “La verità, vi spiego, sull’amore”. Poi è arrivato un altro romanzo per Bompiani, Dodici ricordi e un segreto, e nel frattempo ha iniziato a scrivere queste ballate. Si è resa conto che sui social andavano forte. Così ha deciso di raggrupparle e ne è nata una raccolta di trenta poesie in cui racconta la sua esperienza di “quarantalescente”,cioè di adolescente di quarant’anni.

Dopo la presentazione, l’autrice condividerà la cena con i lettori. Per prenotare chiamare il bar di Villa Mirabello al numero 348 5167053

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore