Ferragosto in gara per Ravasi, Puppio e Santaromita

Il besnatese e il samaratese in gara alla Vuelta a Burgos con Team Uae e Kometa; "Santino" è volato nello Utah, sarà il regista della Nippo-Fantini nel giro di quello Stato

edward ravasi ciclismo

Spenti gli echi – gloriosi per l’Italia – dei campionati europei disputati in Olanda, ancora di là da venire l’appuntamento con la Vuelta, il mondo del ciclismo resta comunque attivo con una serie di gare che vedono impegnati, tra gli altri, anche i nostri Edward Ravasi, Antonio Puppio e Ivan Santaromita.

Il besnatese del Team UAE Emirates e il giovane samaratese del Team Kometa sono in Spagna dove oggi – martedì 13 agosto – prende il via la Vuelta a Burgos, corsa a tappe in cinque frazioni disegnata sulle strade della regione di Castiglia e Leon, centro nord della penisola iberica. Proprio la giornata di Ferragosto sarà quella in cui la corsa esploderà grazie all’arrivo al Picon Blanco; chi avrà ancora gambe per attaccare (o difendere) avrà a disposizione l’ultima frazione con arrivo in salita a Lagunas de Neila.

Ravasi partecipa alla gara con il – probabile – compito di fare da scudiero ai due capitani designati della squadra, il portoghese Rui Costa e lo sloveno Jan Polanc: il varesino è dotato di buon “motore” in salita ed è indicato in buona condizione dopo aver disputato il Giro di Polonia. Difficile, con due punte in squadra, che possa avere libertà personali ma naturalmente le tattiche si svilupperanno di pari passo con la corsa. Puppio invece ha raggiunto Burgos dopo aver disputato gli Europei under 23: nella gara a cronometro il samaratese era inserito tra gli outsider, è stato brillante nella prima fase di corsa ma poi ha concluso in una discreta decima posizione. Nella gara in linea si è tolto la soddisfazione di far parte del gruppo azzurro che ha portato alla vittoria il veneto Alberto Dainese. Il 20enne nato a Gallarate sarà uno degli uomini “di fatica” del giovanissimo team Kometa che si affiderà soprattutto all’ungherese Marton Dina per fare risultato.

È invece volato negli States il veterano di casa nostra, Ivan Santaromita: il 35enne valceresino, fresco papà di Leonardo (auguri!), ha preso il via al Tour dello Utah con la sua Nippo-Fantini Vini-Faizané in cui probabilmente Marco Canola farà da capitano, con “Santino” nel ruolo di regista della formazione italiana. La gara americana si è aperta con un prologo vinto dal canadese Piccoli, in cui Ivan ha chiuso con 52″ di ritardo; ora però è tempo di tappe più impegnative e la gara si concluderà il prossimo 18 agosto, domenica.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 13 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore