Criminalità: Varese a metà classifica. Tante le denunce per furti e frodi informatiche

Con 4.326 denunce presentate ogni 100mila abitanti la provincia di Varese si “piazza” al 42esimo posto nella classifica sulla criminalità redatta dal Sole24Ore

cybercrime

Con 4.326 denunce presentate ogni 100mila abitanti la provincia di Varese si “piazza” al 42esimo posto nella classifica sulla criminalità redatta dal Sole24Ore.

Una classifica che prende in considerazione le denunce presentate dai cittadini provincia per provincia, che vede al primo posto quella di Milano, con 7mila denunce ogni 100mila abitanti, e in coda Oristano con 1.493.

L’analisi dei reati, che come detto prende in considerazione solamente i reati emersi, ovvero le denunce presentate, e fotografa Varese in una situazione decisamente rassicurante. La nostra provincia, infatti, non spicca ai vertici di nessuna classifica dei reati.

Segnali preoccupanti si registrano, tuttavia, nei reati di riciclaggio e per tutte le categorie di furto.

Il riciclaggio di denaro

In provincia di Varese figurano quasi 3 denunce presentate ogni 100mila abitanti per reati di riciclaggio, tante bastano a piazzale la provincia in 32esima posizione rispetto alla classifica di tutta Italia.

Tra gli ultimi episodi che abbiamo raccontato ci sono i sequestri a Saronno e le indagini che hanno coinvolto due aziende a Varese.

Segnali preoccupanti sul fronte dei furti

La posizione più alta è il 33esimo posto tra le province per furti in abitazione denunciati, sono 387 denunce ogni 100mila abitanti, ovvero lo 0,4% della popolazione è stata coinvolta in un episodio di furto in abitazione.

Del resto anche la cronaca di Varesenews è ricchi di episodi raccontati quotidianamente dal nostro giornale.

Sempre in questa categoria si segnalano 145 denunce ogni 100mila abitanti per furto con destrezza, 138 denunce per furti in esercizi commerciali, 70 per furti di autovetture e 13 per furti con strappo. Tutti numeri che piazzano la provincia nel terzo più alto delle classifiche italiane corrispondenti a questa tipologia di reati.

Le frodi informatiche

Proprio la scorsa settimana la provincia di Varese, nello specifico due aziende di Samarate e Lonate Pozzolo, è stata teatro di due episodi di frode informatica. Il dossier del Sole24Ore analizza nel dettaglio i cyber reati che sono fortemente in crescita negli ultimi anni.

È proprio la digitalizzazione di fette sempre più rilevanti dell’economia a stimolare l’impegno dei malviventi in questo settore e non a caso la cybersecurity è uno dei temi che più si sta cercando di porre all’attenzione di professionisti e aziende.

La provincia di Varese non è ai vertici della classifica per questo tipo di reati, si ferma alla 66esima posizione, ma il numero è comunque rilevante. Il numero di denunce per frodi informatiche è stato di 279 casi ogni 100abitanti, ovvero lo 0,3% della popolazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore