La madre è grave in ospedale per i morsi del pitbull e lui ne prende un altro

I carabinieri di Saronno hanno sequestrato un terzo cane all'uomo. La donna è in ospedale dalla fine di agosto per i morsi causati da uno dei suoi animali

cani pericolosi pitbull

Uno dei suoi pitbull aveva aggredito l’anziana madre ferendola gravemente e per questo la Procura di Busto Arsizio aveva deciso di porli sotto sequestro ma il figlio, pregiudicato e poco incline al ravvedimento per quanto accaduto alla donna, ne aveva preso un altro che ieri sera è stato nuovamente sequestrato dai carabinieri di Saronno.

L’anziana è ancora ricoverata in ospedale a causa delle ferite riportate alla fine di agosto da uno dei due cani che l’uomo teneva a casa degli anziani genitori senza particolari precauzioni. In quell’occasione, anche se in maniera più leggera, era stato ferito anche il padre.

Davanti al giudice che lo aveva interrogato, inoltre, l’uomo non aveva mostrato particolare empatia per le condizioni gravissime della madre mentre era apparso molto preoccupato per il destino dei suoi due cani che erano e sono tutt’ora in un canile.

Nonostante non potesse farlo ha nuovamente preso in casa dei genitori lo stesso tipo di cane, intestandolo al padre, ma nella sua completa disponibilità al punto che è stato visto in giro per le strade del paese con l’animale senza museruola e senza guinzaglio e contravvenendo alle norme base da tenere nel mantenimento di quel tipo di cane.

Il sequestro è stato disposto dal sostituto procuratore bustocco Martina Melita, dopo una rapida indagine coordinata dalla polizia giudiziaria che si occupa di reati ambientali, ed eseguito dai militari della Stazione di Cislago.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    In questo paese l’attenzione verso i cani ha raggiunto livelli ignobili, da follia collettiva. L’essere umano gode di minori attenzioni e diritti…e non aggiungo altro per non scatenare le ennesime sterili polemiche da parte di chi, evidentemente, nella vita non ha altri problemi se non vezzeggiare il proprio animale domestico.

Segnala Errore