Il Lago Maggiore inizia a scendere, da “scaricare” 220 miliardi di litri

Nella notte raggiunto il picco massimo della piena ma ora il Lago Maggiore dovrà scendere di 113 centimetri. E giovedì in arrivo una nuova perturbazione

piena lago maggiore

Ha toccato il massimo questa notte arrivando alla 1.30 a quota 213,2 centimetri sullo zero idrometrico. Da quel momento il livello del Lago Maggiore ha iniziato a scendere, allontanandosi dalle soglie di esondazione che nelle ultime ore avevano iniziato a destare qualche preoccupazione. (foto Franco Aresi da Oggi nel Varesotto)

Galleria fotografica

Lago Maggiore, acqua alta ad Angera 4 di 13

Di acqua da far uscire dal Lago, tra l’altro, ce n’è tantissima: il livello massimo di regolazione in questo periodo è fissato ad un metro sullo zero. Bisogna dunque far defluire più di 113 centimetri di acqua che corrispondono, più o meno, a 226 miliardi di litri d’acqua. Una variazione di un centimetro del livello del lago, infatti, equivale ad un innalzamento o abbassamento di 2 miliardi di litri.

È inevitabile, dunque, che la piena del Ticino continuerà ancora a lungo. Già da ieri, mentre il lago continuava a crescere, nel fiume venivano erogati più di 1.100 metri cubi di acqua al secondo (1,1 milioni di litri, ndr). Si tratta di una quantità d’acqua di circa 4 volte superiore alla media del periodo e che sfiora il record del periodo. Uno scaricamento che continuerà per tutta la giornata, approfittando dell’assenza di precipitazioni.

Ma già da giovedì è in previsione una nuova perturbazione che, però, non dovrebbe accanirsi in maniera significativa sull’area del Verbano. Secondo il Centro Meteorologico Lombardo “le nuove precipitazioni attese per la giornata di giovedì 24 (in esaurimento dalla serata) dovrebbero insistere in misura maggiore a ridosso del Piemonte occidentale (specie Alpi Marittime, quindi Liguria-Toscana e Tirreniche), con interessamento un po’ più moderato del VCO e forse ancora minore del Canton Ticino, dunque è possibile che il Maggiore possa riuscire a superare l’evento senza gravi problemi (anche perché poi si può svasare, non essendoci più all’orizzonte piogge significative almeno fino a fine mese)”.

Lago Maggiore a rischio di esondazione, ecco dove e quando

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Lago Maggiore, acqua alta ad Angera 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore