Quantcast

Crugnola, il titolo sfugge nel testa a testa finale

Il tricolore va per la terza volta al veneto Basso, che piazza il colpo vincente all'ultimissima prova speciale. Per il varesino secondo posto al Tuscan e nel campionato

andrea crugnola rally tuscan rewind cir 2019 foto AciSport

Niente “scudetto” del rally per Andrea Crugnola, il pilota varesino arrivato all’ultima prova speciale dell’ultima gara dell’anno in piena corsa per la vittoria del CIR, il campionato tricolore assoluto. Sullo sterrato della Toscana, all’ultimo respiro, festeggia colui che alla vigilia era davanti a tutti: Giandomenico Basso.

Il rallysta di Treviso, 46 anni, centra in un sol colpo il successo della decisiva PS 8, dell’intera gara (il Tuscan Rewind) e del campionato grazie a un ultimo tratto magistrale nel quale ha distanziato di 13″ proprio Crugnola (foto AciSport), che dopo aver vinto la prova spettacolo del venerdì ha condotto una gara in continua crescita mentre una serie di colpi di scena continuava a rivoluzionare la graduatoria.

Prima è toccato a Campedelli – leader incontrastato per oltre mezza gara – scivolare all’indietro per una foraturauscito anche di strada nel finale, a titolo già sfumato), poi anche il capoclassifica provvisorio Scandola (non in lizza per il tricolore: avrebbe potuto togliere punti utili agli altri) ha incredibilmente alzato bandiera bianca al termine della penultima PS, la numero 7. E Rossetti, altro con velleità di successo assoluto, ha pagato una foratura al momento dell’ultimo assalto.

Basso invece, che non era parso così brillante nel resto del Tuscan, pur restando sempre a breve distacco dai rivali, ha disputato un’ultima prova clamorosa a bordo della Skoda Fabia navigata da Lorenzo Granai e ha sopravanzato un Crugnola (su Volkswagen Polo, con Pietro Ometto) che ha comunque dimostrato di essere a livello dei migliori, anche su terra. Onore dunque al merito del vincitore: vero che Andrea aveva l’obiettivo del successo assoluto, vero anche che i tre rivali che si sono dati battaglia (con grande correttezza) erano di livello assoluto. E nel massimo equilibrio, sono davvero bastati gli episodi e i dettaglia a fare la differenza nel bene o nel male.

CLASSIFICA FINALE CIR ASSOLUTA: 1) Giandomenico Basso (Skoda Fabia) 91,5 punti validi; 2) Andrea CRUGNOLA (Sk. Fabia/Vw Polo) 82,25; 3) Simone Campedelli (Ford Fiesta) 68,75; 4) Luca Rossetti (Citroen C3) 65,50

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 24 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore