Malpensa-Shanghai: c’è spazio per crescere, servono più voli

A Malpensa la mostra “milano_In_shanghai” che celebra i 40 anni di gemellaggio tra le due città. Dal gestore dell'aeroporto la richiesta ai governi per rivedere i bilaterali e consentire più voli

Generico 2018

«C’è un potenziale grande, un mercato che cresce». Tra Malpensa e Shanghai ci sarebbe spazio per più voli e anche Sea, gestore dell’aeroporto, auspica la riapertura dei bilaterali.

L’occasione per ribadire lo spazio disponibile si è presentata all’inaugurazione, all’aeroporto di Milano Malpensa, della mostra “milano_In_shanghai” allo Spazio SeArt agli arrivi del Terminal 1, alla presenza di Hong Zhang, Console Generale Aggiunto della Repubblica Popolare Cinese a Milano.

«Per noi avere un gemellaggio con una delle città più importanti del mondo come Shanghai
 è particolarmente importante» ha premesso l’ad di Sea Armando Brunini. Shanghai è il terzo collegamento più importante del lungo raggio, con un flusso particolarmente rilevante, nell’ambito dei 700mila viaggiatori diretti in Cina (oltre che su Shanghai, anche su Pechino e Nanchino).

«Il potenziale è grande, è un mercato che cresce, sia quello della Cina, quello specifico di Shanghai, ma ci sarebbe già spazio per aumentare» ha continuato il numero uno di Sea. «Shanghai merita più collegamenti: chiediamo , per favorire la riapertura dei blaterare per levare il limite che esiste sui collegamenti disponibili e riallinearlo a quello di altri Paesi europei nostri competitor».

Malpensa generica 2019

La mostra fotografica “milano_In_shanghai” ritrae la città di Shanghai e sarà visibile per tutto il mese di novembre. In contemporanea l’aeroporto di Pudong esporrà una mostra fotografica della città di Milano.
L’occasione è il 40° anniversario del gemellaggio Milano/Shanghai, per cui sono previste diverse iniziative. La mostra, in particolare, propone ritratti fotografici che presentano le due città reciprocamente nei rispettivi aeroporti: Malpensa e Pudong, di fatto le porte d’ingresso di Milano e di Shanghai. Una promozione dei due Paesi attraverso le fotografie che ne ritraggono le caratteristiche principali stimolando nei passeggeri il desiderio di viaggiare e visitare i luoghi presentati.

La domanda verso la Cina è enorme: sono, infatti, più di 700.000 le persone che partono per la Cina da Milano (il 72% delle quali con voli indiretti, cioè con scalo intermedio di connessione). Milano Malpensa serve Pechino e Shanghai, con voli diretti operati da Air China (nella foto di apertura dell’articolo), e Nanchino, con Neos, unico vettore italiano che opera sul mercato cinese da Malpensa, sviluppando rotte a grande vocazione turistica che solo l’area di Milano può sostenere.

I turisti cinesi scelgono sempre più la Lombardia come porta d’ingresso per l’Italia, che si afferma così la regione italiana con il maggior numero di visitatori cinesi con un trend in crescita del +4% annuo.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore