Al Falcone parte la Settimana della sicurezza: “La conoscenza è fondamentale”

All'Istituto Falcone di Gallarate una sette-giorni ricca di incontri sulla tematica della sicurezza. Il dirigente Ilacqua: «LA scuola non è solo una centrale del sapere, ma un centro di vita»

Settimana della sicurezza Gallarate

Una settimana un po’ diversa dalle altre, con incontri e conferenze che sostituiscono le tradizionali lezioni verticali. Ma «si può fare scuola sempre, anche fuori dalla scuola», come ha ricordato Vito Ilacqua. Il dirigente dell’Istituto Falcone di Gallarate ha inaugurato la Settimana della sicurezza nella sua scuola.

La rassegna in realtà è già partita martedì 7 gennaio, ma la cerimonia ufficiale – con tanto di taglio del nastro da parte del dirigente territoriale Giuseppe Carcano – si è tenuta mercoledì sera. Alla presenza del sindaco Andrea Cassani, l’assessore Massimo Palazzi, il commissario di Polizia Luigi Marsico, Duccio Calderara dell’Ats Insubria, e l’assessore provinciale Corrado Canziani, che ha sostituito il presidente Emanuele Antonelli, assente per impegni istituzionali. E c’era anche Guido Ferrara, del comando dei Vigili del Fuoco. «È la prima volta – ha dichiarato soddisfatto Ilacqua – che riusciamo a organizzare incontri con i Vigili del Fuoco, e ne siamo molto contenti».

Settimana della sicurezza Gallarate

«La scuola è il luogo adatto per favorire la diffusione della cultura della sicurezza» ha dichiarato il dirigente scolastico. «L’obiettivo – ha continuato – è educare i ragazzi: a indiduare i fattori determinanti delle situazioni a rischio; a sentirsi rassicurati; ad accrescere le proprie competenze».

La rassegna, nata a completamento della giornata della sicurezza nelle scuole che cade il 22 novembre (a seguito della morte di Vito Scafidi, studente di Rivoli), affronta svariati temi, in quella che si presenta come una settimana quasi frenetica. Come ha spiegato la professoressa Anna Pellicanò, «l’organizzazione di questa settimana è stato un cantiere aperto fino all’ultimo; abbiamo aggiunto nuovi importanti incontri fino a ieri». «È stata un’unione di forze – ha aggiunto la professoressa di Mineo – e ognuno ha messo le proprie competenze a disposizione di tutti. All’interno della Settimana daremo ampio spazio al tema della legalità, alla cittadinanza e all’educazione alle differenze: oggi viviamo in una società multietnica, al cui interno convivono culture molto diverse. La scuola, per gli alunni, è il loro primo impatto con queste realtà; ecco perché è fondamentale da parte nostra aiutarli in tal senso».

Si passa dal cyberbullismo, tema che il dirigente ha definito «una questione molto delicata che dobbiamo affrontare di petto; avremo un incontro per fare un focus sui materiali pedopornografici», alla violenza di genere, con la collaborazione del comune: l’amministrazione offrirà le proprie sale per le riunioni dedicate al tema, su cui è in prima linea la vicesindaco Francesca Caruso che ha già tenuto un incontro.

Anche lo sport avrà un ruolo importante: sono previsti tre incontri con Pasquale de Filippo, coach di football americano, e uno con il campione di MMA Alessio Sakara. Sarà presente anche la Polfer, che discuterà di sicurezza negli spazi ferroviari, e la Croce Rossa per parlare di primo soccorso. Martedì 14, giorno della chiusura, interverrà anche don Mazzi.

Settimana della sicurezza Gallarate

Il sindaco Cassani ha ribadito l’impegno dell’amministrazione a seguire tutte le scuole comunali (24, più altre quattro consorziate), esprimendo «massima collaborazione ai dirigenti, che devono far fronte alle tantissime richieste legittime di alunni, genitori, docenti». Mentre Palazzi ha voluto aprire la Settimana con una provocazione: «I docenti devono insegnare ai ragazzi a essere egoisti e avidi nel campo della sicurezza. Perché se lo si è, bisogna imparare e conoscere le regole».

Il programma completo lo si può trovare qui.

di caccianiga.marco@yahoo.it
Pubblicato il 09 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore