Il Falò di Sant’Antonio scalda la serata di Origgio

Anche ad Origgio l’antica tradizione del Falò di Sant’Antonio ha riscosso successo

Anche ad Origgio l’antica tradizione del Falò di Sant’Antonio ha riscosso successo.

Tante le famiglie presenti per l’evento questa sera, sabato 18 gennaio, per assistere al tradizionale Falò di Sant’Antonio in occasione della giornata dedicata al santo, il 17 gennaio.

Questa è la notte in cui seconda la tradizione gli animali parlano; è la notte dei grandi falò che abbraccia il sacro e il profano. Sant’Antonio abate è il patrono del fuoco, protettore del bestiame e dei campi. È proprio il fuoco l’elemento che più di tutti oggi viene usato per ricordare il santo. Il falò simboleggia la volontà di abbandonare tutto ciò che appartiene ai mesi passati e di rinnovarsi a partire dal primo mese dell’anno nuovo. Il falò ha lo scopo magico di scaldare la terra e di incoraggiare il ritorno della primavera. Falò di Sant'Antonio Origgio

di tommaso.guidotti@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore