Paola Bassani racconta… il papà Giorgio

La primaria di Cazzago Brabbia propone due incontri con la scrittrice figlia del poeta Giorgio Bassani, ebreo e attivista politico clandestino il 5 e il 6 marzo

Generico 2018

Lunedì 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, i piccoli alunni della scuola primaria Pascoli di Cazzago Brabbia si riuniranno, tutte le classi insieme, per condividere i libri, poesie, letture animate e tutti i lavori inerenti al ricordo della Shoah. Ma il percorso intrapreso continuerà anche nelle prossime settimane, sino a Marzo, quando la scuola proporrà due incontri con la scrittrice Paola Bassani, figlia di Giorgio Bassani, artista conosciuto soprattutto come autore del romanzo “Il giardino dei Finzi-Contini”, ebreo, ricercato e attivista politico clandestino.

Il primo incontro è in calendario per giovedì 5 marzo alle ore 21 nel salone dell’oratorio di Cazzago Brabbia (in via Marconi). Una serata culturale aperta al pubblico e alle famiglie dei bambini della scuola intitolata “Paola Bassani racconta…” e dedicata agli emozionanti ricordi del padre Giorgio, poeta, scrittore e attivista politico clandestino durante la guerra.
La serata sarà introdotta dallo scrittore Emiliano Pedroni e impreziosita dalle letture ad alta voce dell’attrice Betty Colombo. Tra i relatori anche gli insegnanti Federico Longhi e Marzia Giorgetti (coordinatrice della primaria Pascoli) che nella mattinata di venerdì 6 marzo, alle ore 10 accoglieranno Paola Bassani che porterà la sua testimonianza ai piccoli studenti per il secondo appuntamento “I bambini incontrano Paola”.

Entrambe le iniziative sono promosse dalla scuola primaria Pascoli di Cazzago Brabbia in collaborazione con la Fondazione Giorgio Bassani con il patrocinio dei comuni di Cazzago Brabbia e di Inarzo.
La partecipazione alla serata del 5 marzo è libera e gratuita.

 

di
Pubblicato il 24 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore