Iniziano i lavori, cascate chiuse fino all’estate

Sono iniziati i lavori di messa in sicurezza di un versante della collina. Il sindaco: "Lavori necessari, per mettere tutta l'area in sicurezza serve un milione di euro"

Le cascate di Cittiglio

Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di messa in sicurezza e sistemazione della zona boschiva delle cascate di Cittiglio. Gli operai hanno cominciato a tagliare i grossi alberi del versante destro, della prima cascata fino a salire alla strada che porta a Vararo.

«Un’operazione necessaria per rendere la zona più sicura – spiega il vicesindaco Giuseppe Galliani -. Si tratta di boschi molto vecchi e con fusti importanti. Durante i forti temporali vengono sradicati, rendendo la zona pericolosa e intralciando i sentieri. Inoltre, il disboscamento è propedeutico per sistemare, in un secondo tempo, il sentiero che dalla prima cascata porta alla seconda».

I lavori si concluderanno questa estate, «con probabilità tra luglio e agosto», e fino a quel momento il parco delle cascate resterà chiuso al pubblico. Un’ordinanza comunale, infatti, vieta l’ingresso alla zona, proprio per permettere che i lavori vengono svolti nella massima sicurezza: «Sono lavori necessari – continua  Galliani -. Le cascate sono un luogo molto frequentato e pubblicizzato, ma devono anche essere accessibili a tutti. Molte persone si avventurano tra rocce e boschi in modo inappropriato, rischiando di farsi male».

Negli anni infatti, la necessità di intervenire sui percorsi di accesso alla cascate è stato segnalato più volte e si sono verificati anche incidenti mortali, l’ultimo nel luglio del 2019 quando un ragazzo è scivolato ed è morto. L’amministrazione comunale in questi anni si è impegnata a cercare i fondi per intervenire: «Queste operazioni sono possibili grazie ad un contributo della Comunità Montana Valli del Verbano, oltre a fondi di bilancio del Comune per una spesa di 138mila euro».

Un primo intervento insomma, che consentirà di sistemare almeno una parte del parco. Il sentiero per terza cascata infatti, continuerà a restare chiuso e le operazioni necessarie sono tante e consistenti: «Abbiamo commissionato a degli esperti uno studio geologico dal quale è emersa la necessità di intervenire per la messa in sicurezza dell’area: il costo dell’intervento si aggira intorno al milione di euro. Fondi che l’amministrazione comunale non ha».

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 19 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore