Coronavirus, il sindaco di Bisuschio in quarantena precauzionale

Giovanni Resteghini è stato contattato da ATS Insubria perché entrato in contatto con una persona affetta da Covid-19 al di fuori del territorio comunale

Bisuschio - Consiglieri comunali eletti il 26 maggio 2019

Il sindaco di Bisuschio, Giovanni Resteghini, da oggi è in quarantena precauzionale perché entrato recentemente in contatto con una persona affetta da Coronavirus.

Lo ha comunicato lui stesso ai suoi concittadini con un comunicato.

«Sono stato contattato da Ats Insubria perché nell’espletamento dei miei compiti di sindaco   – spiega Resteghini – Secondo le disposizioni vigenti sono stato posto in quarantena sino a lunedì 16 marzo compreso. Mi hanno detto che, visto il mio ruolo, potrei uscire di casa con la mascherina. Preferisco rispettare le consegne a tutela della salute di tutti, come ognuno di noi deve fare e, perciò, rimarrò al mio domicilio».

Il sindaco ci tiene a rassicurare i suo i cittadini: «Le persone che mi hanno incontrato di recente non devono temere per la loro salute e io sono in buone condizioni oltre a non presentare alcun sintomo».

Resteghini continuerà a lavorare da casa: «Attraverso telefono e Rete proseguirò la mia azione. In municipio il vicesindaco, gli assessori, i consiglieri e gli uffici porteranno avanti i lavori e per questo li ringrazio tutti. Il 17 marzo, dopo le verifiche mediche, sarò di nuovo con voi».

di
Pubblicato il 09 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore