Le Cuffie Colorate si inventano una tv on line per stare coi ragazzi

Grazie all'intraprendenza di Massimo, Silvano ed Emanuele e all'aiuto dei tanti amici dell'associazione, è stato realizzato un vero e proprio palinsesto per stare vicino ai ragazzi che la frequentano

cuffie colorate on air

In un weekend di febbraio la quotidianità di tutti è stata improvvisamente sconvolta, passando da una vita piena di cose da fare, passando vorticosamente tra un impegno e l’altro, dove il tempo libero sembrava un’utopia, a ritrovarsi il lunedì mattina a dover
stare a casa, annullando completamente la propria routine.

Se per alcune persone può solo rappresentare una mera riorganizzazione della propria giornata per altre rappresenta un vero e proprio problema, un ostacolo molto molto alto da affrontare. Ed è qui che i volontari delle PAD-CuffieColorate, associazione bustocca che da più di 30 anni si occupa di attività ludico-sportiva per ragazzi con disabilità, ne hanno inventata un’altra, “Non ci siamo fatti cogliere impreparati, con la fantasia e intraprendenza che negli anni ci hanno accompagnato, abbiamo pensato ad un modo per tenere insieme il gruppo e creare un momento di svago da questa situazione”, spiega Silvano, e così nasce Cuffie Colorate On Air per non fare mai sentire soli anche se distanti i ragazzi delle Cuffie

Dopo aver fatto qualche ricerca sul Web e visto qualche tutorial sui vari canali Youtube, racconta Massimo, storico volontario di CuffieColorate, «Ho preso il mio pc di casa e con quello che avevo a disposizione ho creato un piccolo studio televisivo artigianale, dove a posto delle telecamere ho istallato una webcam e un vecchio smartphone, insieme ad alcune app, che tutti noi abbiamo nei nostri telefoni, insieme ad un paio di programmi free scaricati dalla rete abbiamo dato inizio alla trasmissione in diretta sui nostri canali social di Youtube e Facebook».

Sono partiti da semplici foto fatte ognuno a casa propria, dove ragazzi e volontari con le braccia aperte si danno virtualmente un super “abbraccione” di gruppo; e da qui è nata la sigla del programma con la musica di sottofondo dell’amico e
cantautore brianzolo Lorenzo Monguzzi.

La prima puntata è passata tra saluti e l’emozione di rivedersi online dei ragazzi impazienti ed entusiasti di partecipare a questa prima, desiderosi di comunicare con i propri amici e far sapere ciò che in questi giorni di isolamento fanno o provano
Nella prima “riunione di redazione” on line, spiega Emanuele, «ci siamo confrontati con gli altri volontari e sono emerse tante idee che potevamo mettere in pratica, alcune fuori dalla nostra portata, visto i mezzi tecnologici a nostra disposizione, ma non ci
siamo posti limiti e sono nati i giochi, CruciCuffie e OcaCuffie, gioco che vede contrapposte le squadre delle Donne contro quella degli Uomini, magicamente costruiti da Massimo» – raccontano i responsabili dell’associazione.

Contattati alcuni amici e personaggi, che in questi 30 anni hanno dato una mano alle Cuffie Colorate si è poi aperto un mondo, tramite il passaparola sono arrivati nuovi amici che hanno voluto essere presenti nelle trasmissioni tramite video-chiamata o con
brevi video e cosi atleti, come Manuel Locatelli attuale centrocampista del Sassuolo (ex-Milan )o il capitano della Pro Patria Riccardo Colombo, i comici come Max Pieroboni, Paolo Drigo, Eugenio Chiocchi, Max Pisu, Claudio Lauretta, che in una
breve parodia ha evidenziato i lati oscuri dei volontari, e molti altri.

I loro contributi hanno arricchito le dirette. Per questo Silvano ci tiene a ringraziare tutti, in particolare le persone che in questo momento si trovano ad affrontare questa situazione e a dare risposte a noi cittadini, come il sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli e il suo vice Manuela Maffioli, simpaticamente messosi in gioco con OcaCuffie, il sindaco di Castellanza Mirella
Cerini, che aspetta un invito dai ragazzi delle Cuffie per una nuotata insieme, il sindaco di Arconate e la presidentessa del comitato di Busto Arsizio, che nonostate in questo periodo siano molto impegnati hanno trovato cinque minuti per un saluto e un
incoraggiamento ai ragazzi.
Conclude Massimo: «Noi restiamo tutti a casa ma visto che il troppo lontani rende tristi….noi siamo sempre virtualmente vicini. Chi vuole collegarsi con noi o semplicemente passare del tempo a non annoiarsi troppo e stare in compagnia “ noi ci
siamo». Andate a cercarli (Canale Youtube : Cuffie Colorate – Profilo Facebook : Cuffie Colorate Pad) che ci saranno altre sorprese.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore