Per evitare tensioni il mercato di Golasecca non si farà

Contrordine dopo l'annuncio di ieri sulla temporanea riapertura del mercato. Il sindaco Ventimiglia: "Devo constare con rammarico che le intenzioni dell'amministrazione sono state travisate".

claudio ventimiglia golasecca

Dopo l’annuncio di ieri, l’amministrazione comunale di Golasecca cambia idea scegliendo, a distanza di ventiquattro ore, di chiudere il mercato settimanale. Nella giornata di ieri, martedì 31 marzo, il sindaco Claudio Ventimiglia aveva infatti annunciato che sabato 4 aprile il mercato sarebbe stato temporaneamente aperto per permettere l’approvvigionamento di alimentari ai cittadini impossibilitati a spostarsi.

La decisione prevedeva l’utilizzo di mascherine e distanza di sicurezza ed era dovuta principalmente al fatto che a Golasecca il commercio di alimentari di prima necessità sia carente. Tuttavia, “al fine di evitare inutili e dannose tensioni”, il primo cittadino ha scelto di fare un passo indietro, senza rinnegare però la proprio scelta.

«Devo constatare con immenso rammarico – commenta Ventimiglia in un avviso alla cittadinanza pubblicato oggi – che le intenzioni di questa amministrazione, volte a mitigare le grandi difficoltà generate dall’attuale momento storico, siano state travisate. La scelta di far svolgere il mercato, temporaneamente e nel pieno rispetto delle prescrizioni in materia di distanze e di protezioni individuali, erano ampiamente e dettagliamene argomentate e motivate nell’avviso del 31.3.2020».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore