“Siamo rientrate da Dubai ma solo grazie alla compagnia Emirates”

La vicenda di Tiziana e della sua bimba di 15 mesi si è finalmente conclusa: sono riuscite a tornare a Lonate Pozzolo grazie all'interessamento dell'ambasciata di Abu Dhabi

Generico 2018

Era rimasta bloccata a Dubai con la sua bambina di 15 mesi dopo essere partita da Lonate Pozzolo per un piccolo intervento chirurgico che le avrebbe tenute lontane da casa soltanto qualche giorno. Invece quello che doveva essere un viaggio quasi “andata e ritorno” si è trasformato in una lunga odissea che si è conclusa solo qualche giorno fa. 
Avevamo raccontato la vicenda di Tiziana e della sua bimba perché ci aveva chiesto aiutato per rientrare in Italia. L’ambasciata italiana non rispondeva alle sue richieste.  Ora finalmente è riuscita a tornare. Ecco cosa ci ha raccontato.
———-

Sono Tiziana  ci siamo sentiti dieci giorni fa circa perché ero rimasta bloccata negli Emirati Arabi in particolare a Dubai con la mia bambina neonata.
Siamo tornate a casa il 7 aprile sera solo ed esclusivamente grazie alla compagnia Emirates Airline .
La compagnia Emirates ha chiesto alle autorità emiratine il permesso per poter rimpatriare le persone come me che appunto erano rimaste bloccate, operazione che dovrebbe fare la Farnesina.
Le autorità Emiratine hanno dato il permesso ad Emirates di volare dal 6 aprile su alcune destinazioni europee quali Londra, Bruxelles, Zurigo e Francoforte
Mi ha contattata in particolare lo scalo di Malpensa ufficio biglietteria proponendoci il rientro per Zurigo, trasformando il nostro volo di rientro Dubai Milano in Dubai Zurigo senza nessun costo aggiuntivo

Così giorno 7 aprile alle 10.40 siamo partite per Zurigo. L’ aereo è stato sterilizzato prima dell’ingresso passeggeri. Ogni passeggero era seduto ben distante ( 2 file di scarto) tra loro, c’erano molti italiani tra cui io e mia figlia.

Come avevo precedentemente scritto l’Unità di crisi non mi ha mai contatta, ma dopo l’articolo di Varesenews mi ha cercato l’ambasciata di Abu Dhabi, in particolare il signor Alessandro Neto, molto gentile, che mi aveva informata che l’ambasciata aveva già chiesto all’Unità di crisi un volo di rimpatrio per noi italiani sei giorni prima e che gli italiani bloccato negli Emirati ammontavano a 200 e non più 82.
Il giorno 3 aprile sono stata contattata dal signor Neto che ci ha offerto di rimpatriare con un volo organizzato dall’ambasciata Svizzera che offriva 50 posti per gli italiani, al prezzo di mercato .
Data la possibilità datami da Emirates gratuitamente io e la mia bambina abbiamo approfittato della proposta e adesso siamo finalmente a casa
Siamo in isolamento come da decreto in vigore e posso dire che questa brutta vicenda è finalmente terminata dopo ben 47 giorni

“Io bloccata a Dubai con la mia bambina di 15 mesi”

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.