Come trovare le mascherine distribuite gratuitamente? Dipende dal vostro Comune

In provincia di Varese, in questa prima fase della distribuzione, sono arrivate dunque 245mila mascherine che la protezione civile provinciale ha cominciato a distribuire ai comuni

mascherine

Dove trovare le mascherine distribuite gratuitamente ai cittadini così come annunciato domenica sera da Regione Lombardia via Facebook?

Dopo il primo annuncio, che le voleva in distribuzione nei negozi e nei supermercati dove in molti le hanno cercate nella giornata di ieri, è appurato che per il momento non sarà così. Dunque dove trovarle?

La risposta più semplice è che dipende dal vostro Comune di residenza. La suddivisione dei 3,3 milioni di mascherine distribuite dalla Regione, infatti, è avvenuta così:

Una prima partita di 300mila mascherine è stata inviata alle farmacie che, attraverso le federazioni dei farmacisti lombardi, le daranno ai cittadini con riferimento alle fasce della popolazione più fragili e stanno ora definendo i criteri per la consegna.

I restanti 3 milioni sono stati suddivisi e inviati già domenica sera nelle province lombarde dove saranno poi suddivise nei singoli comuni per la distribuzione.

In provincia di Varese, in questa prima fase della distribuzione, sono arrivate dunque 245mila mascherine che la protezione civile provinciale ha cominciato a distribuire ai comuni partendo da quelli con più di 15mila abitanti. Ogni comune singolarmente ha definito, o lo sta ancora facendo, quale sarà il canale di distribuzione ai singoli cittadini, partendo dal presupposto che non ci sono ancora mascherine per tutti.

Il Comune di Varese (LEGGI QUI), ad esempio, ne ha ricevute 22mila, un numero che non le permette di organizzare una distribuzione porta a porta perché non ce ne sarebbero abbastanza e dunque in questa fase ha deciso che saranno consegnate presso le farmacie partendo dalle persone più anziane, ai cittadini a cui verrà consegnato il buono spesa a casa e infine agli anziani over 65 che ricevono la spesa o i farmaci a domicilio.

Il comune di Busto Arsizio (LEGGI QUI) ne ha ricevute 21mila. La distribuzione avverrà tramite le farmacie e parafarmacie del territorio: “È necessario essere altruisti e pensare che se si prende una mascherina senza averne bisogno la si toglie a chi non ce l’ha davvero”, ha esortato il sindaco.

Nel Comune di Gallarate (LEGGI QUI), invece, è stato annunciato che già da martedì 7 aprile la Protezione Civile passerà in tutta la città a distribuire casa per casa le mascherine. Sono per ora 13.450 così ripartite: 300 per la Protezione Civile e 13.150 per i cittadini. Il criterio scelto è quello di distribuirle inizialmente alle persone in quarantena, a quelle con parenti positivi e gli over65.

Gli altri comuni, in molti dei quali nei giorni scorsi erano già state organizzate numerose distribuzioni grazie soprattutto a donazioni o raccolte fondi, stanno procedendo a comunicare ai propri cittadini come saranno consegnate le mascherine.

Obbligo di coprirsi il volto, l’ordinanza regionale

Intanto sabato la Regione ha emanato l’obbligo per chi esce dalla propria abitazione di proteggere sé stessi e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore